Top 10: I dieci migliori affari del 2012 di Hollywood

di Valeria Commenta

Quest’anno a Hollywood sono state concluse decine di affari significativi, in un momento costellato di un buon ottimismo dopo un lungo periodo difficile.

Ne abbiamo selezionati 10, che forse non sono i migliori in termini di volume d’affari, ma dimostrano come stia avvenendo un cambiamento nel mondo dello spettacolo, dove le vendite di homevideo vanno progressivamente contraendosi e i mercati internazionali emergono come una grande speranza del settore.

I dieci migliori affari del 2012 di Hollywood

1. Disney acquista la LucasFilm

La Walt Disney Co. ha pagato 4,05 miliardi dollari nel mese di ottobre per la LucasFilm, annunciando  contemporaneamente l’intenzione di rilasciare tre nuovi live-action di Star Wars a partire dal 2015. Gli ultimi film della Walt Disney sono stati dei buoni affari (The Avangers ha avuto ottimi incassi) e ora il proprietario della Pixar e del franchising Muppet ha anche l’universo di Star Wars con cui giocare.

2. Wanda acquista AMC per 2,6 miliardi dollari

Il gigante pechinese Wanda ha acquistato a maggio AMC, la seconda catena di teatro negli Stati Uniti, creando il più grande gruppo al mondo. È stata anche la più grande acquisizione cinese di una società americana nella storia e rappresenta ancora solo un pezzo della collaborazione crescente tra Hollywood e il mercato cinese.

3. Lionsgate chiude un accordo finanziario da $ 800,000,000 

Quando la Lionsgate ha chiuso il rifinanziamento con la JP Morgan e la Bank of America, è stato concluso il più grande prestito di denaro che una banca avesse mai fatto ad una società cinematografica. La Lionsgate aveva bisogno di soli 750 milioni di dollari, ma gli investitori istituzionali hanno aumentato la loro offerta. Pochi mesi dopo, la Warner Bros. (partner di Village Roadshow) ha eclissato l’affare Lionsgate offrendo 1.125 milioni di dollari come linea di credito – un altro segno che le grandi banche vedono nello spettacolo il giusto tipo di affare.

4. Iron Man 3 in cerca di coproduzione

Marvel Studios e DMG Entertainment hanno annunciato nel mese di aprile che stavano collaborando al sequel del supereroe, la prima co-produzione di un franchise multimiliardario tra Hollywood e la Cina. È stato il più grande traguardo da quando la Cina ha finalmente ceduto alle pressioni di Hollywood per aumentare la quota di film stranieri da 20 a 34 l’anno, rafforzando la partecipazione agli utili dal 13% al 25%.

5. Lo Hobbit si divide in tre

Il Signore degli anelli: tre libri e tre film. Lo Hobbit, un solo libro e tre film. Succederà ancora.

6. Assassins Creed diventa un film con Michael Fassbender

Dopo anni di lotta tra case cinematografiche e case produttrici di video game per l’adattamento di questi ultimi agli schermi cinematografici si è giunti, ad ottobre, al passo conclusivo: UbiSoft farà il film di Assassin’s Creed e protagonista e anche co-produttore della pellicola sarà Michael Fassbender, grazie alla Fox. Un buon affare dai grandi sviluppi futuri.

7. Cinquanta sfumature di grigio diventa una miniera d’oro

I lanci e i rilanci per l’assegnazione dei diritti del film Cinquanta sfumature di grigio potrebbero essere tema di un film a sé stante, visto tutto quello che è successo. Alla fine hanno vinto i diritti Universal e Focus Features, ma non prima che si fosse consumata una delle più folli aste sui diritti di un libro degli ultimi anni, con le più grandi major che hanno speso giorni interi in estenuanti riunioni con E.L. James, autrice del libro, e Valerie Hoskins, la sua agente. La cifra esatta per la quale sono stati venduti i diritti non è nota, ma si parla di circa 3 milioni di euro, cifre che non si vedevano dai tempi di Dan Brown. Ora il dubbio è: come sarà stato adattato un libro erotico per renderlo adeguato al grande pubblico?

8. Jennifer Lawrence ottiene un aumento per Catching Fire

Anche se il contratto per il sequel di The Hunger Games era stato già firmato, la sua protagonista Jennifer Lawrence ha ottenuto 10 milioni di dollari di anticipo su Catching Fire. In confronto al misero milione ottenuto per il primo film, per J-Law si è trattato di un bel salto di qualità (o meglio, di quantità).

9. The Counselor prodotto a tempo di record

Solitamente prima di iniziare la produzione di un film è necessario un bel po’ di tempo per mettere il tutto insieme. Per The Counselor non è andata così: Cormac McCarthy ha scritto la sua prima sceneggiatura originale e, giusto il tempo di contrattare con i suoi agenti, che il film era bello e pronto. Questo accadeva a gennaio, poi, due settimane dopo Ridley Scott è in trattative per dirigerlo e, tempo altre due settimane, Michael Fassbender è scritturato come protagonista. Due mesi dopo Brad Pitt, Javier Bardem, Cameron Diaz e Penelope Cruz completano il cast e la Fox stabilisce l’inizio della produzione a giugno. Qualcosa sta davvero cambiando nell’industria cinematografica.

10. Joel Silver lascia la Warner Bros. e firma un accordo con la Universal

Dopo 20 anni di attività con la Warner Bros. Joel Silver lascia la casa di produzione. Sebbene Silver abbia portato enormi franchise come Die Hard, Arma letale e Matrix le continue dispute interne hanno eroso il loro rapporto. Ora, la Silver Pictures Entertainment, la nuova divisione della Silver Pictures, ha firmato un accordo di co-produzione per dodici film con la Universal, ma Silver dovrà trovarsi i finanziamenti peri suoi film. La dipartita di Silver dalla Warner, quindi, segna la fine di un’epoca di lusso.

Fonte: Variety

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>