The Midnight Meat Train: prossima fermata l’inferno

di Pietro Ferraro 5

 Oggi per la rubrica The Horror Zone vogliamo ulteriormente promuovere un film che attraverso il passaparola gia si è conquistato un posto nel cuore degli amanti dell’horror e dello splatter, stiamo parlando di The midnight meat train, distribuito in italia direct-to-video con il titolo di Prossima fermata-L’inferno.

Fortemente penalizzato dalla distribuzione, non solo questo gioiello non ha avuto una meritata distribuzione nelle sale italiane, ma la sua casa di produzione, la Lionsgate ha trascurato il film in favore del mediocre The strangers e facendo arrabbiare non poco lo scrittore Clive Barker, autore del soggetto tratto da un suo racconto contenuto nel primo Libro di sangue: Infernalia.

 Il giovane fotografo Leo Kauffmann (Bradley Cooper) in cerca di scatti interessanti e realistici incappa in un serial killer soprannominato il macellaio che utilizza la metropolitana come terreno di caccia, ma l’inopportuna curiosità del fotografo avrà demoniache e inaspettate conseguenze…

Il film doveva essere diretto in origine da Patrick Tatopoulos (Underwold-la ribellione dei Lycans), invece, e fortunatamente aggiugiamo noi, lo script è finito nelle mani del talentuoso sceneggiatore e regista giapponese Ryuhei Kitamura (Down to hell) che gli dà un’inconsueta impronta nipponica che rende il tutto molto originale e visivamente impressionante.

Demoni, serial killer macellai, dimensioni parallele e cannibalismo, questo film non può mancare nella videoteca di qualsiasi appassionato di horror, anche solo per vedere la performance dell’imponente attore inglese Vinnie Jones (The snatch-lo strappo, Mean Machine)che si cimenta in un ruolo insolito e decisamente azzeccato.

Commenti (5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>