Una mini-serie sull’Isis a cura di Bradley Cooper

Da qualche tempo non si avevano grosse novità su uno dei personaggi più importanti del cinema statunitense odierno nella categoria best actors: Bradley Cooper. Ma niente paura: l’attore sta sviluppando una miniserie per HBO che racconterà l’ascesa dell’ISIS e sarà tratta da un libro di Jody Warrick che quest’anno ha vinto il premio Pulitzer per la categoria non fiction.

Christian Bale, Bradley Cooper, Jeremy Renner e Amy Adams nel nuovo film di David O. Russell   (3)

American Hustle, recensione

americanhustle

Ambientato nel seducente mondo di uno dei più sbalorditivi scandali che hanno scosso gli Stati Uniti, American Hustle racconta la storia di un brillante impostore, Irving Rosenfeld (Christian Bale), che, insieme alla sua scaltra amante britannica Sydney Prosser (Amy Adams), viene obbligato a lavorare per un agente dell’FBI fuori controllo, Richie DiMaso (Bradley Cooper). DiMaso li catapulta in un mondo di faccendieri, intermediari del potere, mafiosi… un mondo tanto pericoloso quanto affascinante. Jeremy Renner è Carmine Polito, un volubile e influenzabile politico del New Jersey, stretto tra la morsa dei truffatori e dei federali, mentre l’imprevedibile moglie di Irving, Rosalyn (Jennifer Lawrence), è pronta a far crollare crollare il castello di finzioni.

Uno sguardo tra apparenza e realtà

È proprio la finzione uno degli elementi emersi da questo film. Tanti specchi e acconciature sfavillanti, metafore dell’ambiguità dei personaggi, ambiguità sottolineata dalla voce fuori campo dei protagonisti, che forse è un po’ troppo didascalica nel sottolineare che quello che vediamo non è nient’altro che il confine tra apparenza e realtà. La finzione, che invece era del tutto assente ne “Il lato positivo”, un film decisamente sincero.

Il giudizio del Cinemaniaco

Al di là di quella sincerità che manca, è che forse, è qualcosa di voluto, naturalmente, quello che fa di American Hustle un film vincente è il mescolarsi di ironia e dramma, l’eccesso, il caos, le interpretazioni sopra le righe, quasi caricaturali ma sempre convincenti, l’avvolgente colonna sonora, la sfavillante ricostruzione degli anni ’70, la narrazione che cosparge immediatamente di lacca e lustrini gli spettatori incantati.

Voto: 7

Scheda Film

USCITA CINEMA: 01/01/2014
GENERE: Drammatico
REGIA: David O. Russell
SCENEGGIATURA: David O. Russell, Eric Warren Singer
CAST:  Christian Bale, Amy Adams, Bradley Cooper, Jeremy Renner, Jennifer Lawrence, Jack Huston, Louis C.K., Michael Peña, Alessandro Nivola, Elisabeth Rohm,Dawn Olivieri, Colleen Camp, Anthony Zerbe, David Boston, Erica McDermott, Adrian Martinez, Thomas Matthews

 

Trailer

Producers Guild Awards 2015: tutte le nomination

Sono state annunciate le nomination ai Producers Guild Awards, i riconoscimenti ai produttori dei migliori film dell’anno. La PGA è l’associazione che riunisce oltre 4700 tra i produttori cinematografici e non degli Stati Uniti.

Guardiani della Galassia, recensione in anteprima

Rapito sulla Terra nel 1988 da pirati spaziali, Peter Quill (in arte Star Lord -interpretato da Chris Pratt-), è cresciuto in giro per la galassia e da adulto tira a campare nello spazio con lavoretti poco puliti, finché le circostanze non lo mettono di fronte a una minaccia che rischia di compromettere le sorti della galassia intera. Eroe riluttante, incontrerà sulla sua strada complici ancora più riluttanti: l’aliena Gamora (Zoe Saldana), il vendicativo Drax il Distruttore (Dave Bautista),  il procione mutato Rocket (doppiato da Bradley Cooper) e l’albero umanoide Groot (doppiato da Vin Diesel).

Guardiani della Galassia

Guardiani della Galassia è l’adattamento del fumetto omonimo Marvel del 2008, firmato da Dan Abnett e Andy Lannind, reboot di una serie nata nel 1969 sulle pagine della rivista Marvel Super Heroes che riscosse un grandissimo successo negli USA perché irriverente e fuori dai canonici standard di eroismo della Marvel, avendo puntato più sull’ironia e sulla battuta. Una sorta di commedia eroica.

Stesso ruolo, attori diversi I Parte

Nel corso degli anni abbiamo visto passare sullo schermo tanti attori, ma soprattutto tanti ruoli che poi sono diventati iconici. Per decenni abbiamo visto tante serie TV che poi sono finite anche sul grande schermo, però spesso gli attori sono cambiati. Vediamo quindi qualche esempio di questi passaggi dalla TV al cinema con un cambio di attori. Su chi sia meglio, tra i vecchi e i nuovi interpreti, lasciamo a voi la scelta.

American Sniper: il trailer del film di Clint Eastwood

Finalmente è stato rilasciato il primo trailer di “American Sniper” nuovo film di Clint Eastwood interpretato da Bradley Cooper.

By583qsCQAAeavC

Il ruolo dell’attore è quello di Chris Kyle, uno dei cecchini più letali nella storia militare degli USA. Nel film ci sarà anche Sienna Miller. Si tratta del secondo film dell’anno per Clint Eastwood, dopo l’uscita di “Jersey Boys”.

Sienna Miller si unisce a Bradley Cooper per Chef

Sienna Miller sarà la co-protagonista insieme a Bradley Cooper del film “Chef” diretto da John Wells. Nel cast ci sarà anche Omar Sy.

Sienna Miller in Foxcatcher, Ron Perlman in Savage Butts, Jack Black in un film sul bowling

C’è da dire che “Chef” segna il ritorno della coppia Cooper-Miller, che hanno appena finito di girare il film di Clint Eastwood “American Sniper”.

Bradley Cooper irriconoscibile per American Sniper

Bradley Cooper è stato avvistato tutto muscoli e con barba folta a Beverly Hills, all’uscita dal negozio di Tom Ford.

bradley cooper

L’attore sta rivoluzionando il suo aspetto per il prossimo film di Clint Eastwood dal titolo “American Sniper”.

Malgrado gli occhiali scuri e il cappellino, Cooper è stato riconosciuto in tutta la sua possenza

American Hustle, nessun Oscar per il film di O. Russell

American Hustle, il film di David O. Russell, era presente in 10 cinquine e si pensava potesse ambire a diverse statuette, anzi, sembrava potersela battere con “12 anni schiavo” e “Gravity” per il Miglior Film. Così non è stato e American Hustle ha portato a casa zero Oscar.

american hustle