Guy Ritchie adatterà L’isola del tesoro, Prachya Pinkaew girerà il prequel di Tekken, Crystal Sky sviluppa Dracula: The 4 Horsemen of the Apocalypse

News e nuovi progetti via Collider e Beyond Hollywood per i registi Guy Ritchie (Sherlock Holmes), Prachya Pinkaew (Ong Bak – Nato per combattere) e la casa di produzione Crystal Sky.

Guy Ritchie è stato ingaggiato dalla Warner Bros. per dirigere un nuovo adattamento del classico letterario L’isola del tesoro (Treasure Island) di Robert Louis Stevenson. La fonte riporta che Alex Harakis è stato reclutato per scrivere la sceneggiatura e che Ritchie produrrà il film insieme al socio Lionel Wigram, il duo ha collaborato alla nuova versione di Sherlock Holmes. Ritchie ha recentemente firmato un contratto per produrre e forse dirigere The Man from UNCLE sempre per la Warner Bros., in seguito al forfait di Steven Soderbergh. 

Transformers, The Amazing Spider-Man, Bioshock, Mass Effect 3, Hitman, Tekken: trailer dei videogames

In attesa di goderci sequel, reboot e primi adattamenti vi vogliamo proporre, subito dopo il salto i trailer di 6 videogames che questo fine settimana sono andati in onda in concomitanza con i Video Game Awards 2011 di Spike Tv. Dopo il salto trrovate i trailer di Transformers: Fall of Cybertron (il regista Michael Bay è in trattative per dirigere il quarto capitolo della saga), The Amazing Spider-Man (il reboot di Marc Webb sarà nei cinema il 4 luglio 2012), Bioshock Infinite e Mass Effect 3 (entrambi gli adattamenti sono stati ufficialmente annunciati) e infine Tekken Tag Tournament 2 e Hitman: Absolution (il picchiaduro della Namco ha debuttato in un live-action lo scorso anno, mentre Hitman ha già una prima trasposizione firmata dal francese Xavier Gens).

Box Office Italia 2011 5-8 agosto: Captain America scalza Harry Potter

Come da copione weekend piuttosto fiacco quello che precede le uscite di  punta di Ferragosto e dintorni, la classifica quindi è piuttosto sonnolenta con la vetta che parla americano e dopo qualche testa a testa vede il cinecomic Captain America: Il primo vendicatore (495 mila euro) conquistare il primo posto incrinando, anche se di poco l’incontrasta leadership del sequel sbanca-botteghini Harry Potter e i doni della morte parte 2 (448 mila euro) che comunque supera il tetto dei 21 milioni. Per quanto riguarda le pellicole esordienti piuttosto scarsi il Tekken americano che insieme al sequel Diario di una schiappa 2 registrano introiti piuttosto modesti, il primo pur guadagnando la terza posizione incassa appena 200 mila euro, mentre Diario di una schiappa 2 floppa sonoramente con un ottavo posto da 51 mila euro. Dopo il salto trovate la classifica con le prime cinque posizioni.

Tekken, trailer italiano

Il 5 agosto sarà distribuito nelle sale italiane Tekken, l’adattamento cinematografico dell’omonimo videogame picchiaduro giapponese, diretto da Dwight H. Little.

Nel cast troviamo: Luke Goss (Steve Fox), Jon Foo (Jin Kazama) Ian Anthony Dale (Kazuya Mishima), Cary-Hiroyuki Tagawa (Heihachi Mishima), Kelly Overton (Christie Monteiro), Cung Lee (Marshall Law), Gary Daniels (Bryan Fury), Candice Hillebrand (Nina Williams), Marian Zapico (Anna Williams), Darrin Henson (Raven), Lateef Crowder (Eddy Gordo), Tamlyn Tomita (Jun Kazama), Gary Ray Stearns (Yoshimitsu), Anton Kasabov (Sergei Dragunov), Roger Huerta (Miguel Caballero Rojo) e Mircea Monroe (Kara). La nostra recensione in anteprima.

Tekken Blood Vengeance, Blade la serie anime: immagini e trailer

Oggi vi aggiorniamo su due franchise molto amati, il nipponico Tekken basato su una serie di videogames della Namco/Bandai e Blade, basato invece su un fumetto della Marvel Comics, trasposto su grande schermo in una trilogia action con protagonista l’attore Wesley Snipes.

Tekken dopo due cortometraggi made in Japan datati 1997 Tekken: The Animation e un live-action di mediocre fattura (QUI la nostra recensione), fruisce di un nuovo lungometraggio in CGI di notevole appeal, Tekken: Blood Vengeance prodotto dalla Namco Pictures. Dopo il salto trovate un trailer e in coda al post locandina e immagini.

Mortal Kombat: Rebirth, il cortometraggio

Oggi lo spazio cortometraggi lo dedichiamo ad un progetto in piena evoluzione, trattasi del cortometraggio Mortal Kombat: Rebirth opera del regista e coreografo Kevin Tancharoen responsabile del remake Fame.

Tancharoen dopo il dittico da cinegame e la serie tv, ci propone una rilettura gore ed iperrealistica del classico picchiaduro della Midway che ha appassionato milioni di videogiocatori in tutto il mondo.

The King of Fighters, recensione in anteprima

Mai Shiranui (Maggie Q) è un agente della CIA infiltrata nell’organizzazione che gestisce il torneo di arti marziali The King of Fighters, un torneo i cui scontri ed allenamenti si svolgono all’interno di una dimensione virtuale a cui si accede tramite degli auricolari ad alta tecnologia.

Mentre Mai divenuta la donna di Iori (Will Yun Lee), uno dei campioni di King of Fighters e membro del clan Yugami, si appresta a visitare un’esposizione presso il museo di Boston di alcune reliquie dai mistici poteri, un altro lottatore Rugal Bernstein (Ray Park) irrompe alla mostra e trafuga due delle tre reliquie che lo trasportano nella dimensione virtuale dove si svolge il torneo e dove un potente demone Horochi prenderà possesso della sua anima.

Dal momento in cui Rugal è preda dell’Horochi plasma la dimensione virtuale facendone il proprio regno e attirandovi all’interno altri avversari con lo scopo di eliminarli tutti e diventare l’unico King of Fighters, ma Mai con l’aiuto di Iori, un suo collega della CIA, l’organizzatrice del Torneo Chizuru e di Kyo (Sean Faris) ultimo rappresentante del clan Kusanagi troverà la reliquia mancante e affronterà l’Horochi e Rugal in uno scontro all’ultimo sangue.

Street Fighter: La leggenda, recensione in anteprima

Chun-Li (Kristin Kreuk) cresciuta in una famiglia agiata e iniziata alle arti marziali dal padre Xiang (Edmund Chen), una notte assiste all’aggressione e al rapimento del genitore ad  opera del losco uomo d’affari e criminale Bison (Neal McDonough), da quella notte il padre di Chun-li sparirà e la ragazza crescerà con la madre, che ben presto morirà per una malattia incurabile lasciando Chun-Li sola al mondo.

Chun-Li è una ragazza cresciuta con nobili valori che non sopporta ingiustizie e soprusi, un giorno riceve un’antica pergamena che la porterà in Thailandia dove conoscerà Gen (Robin Shou), colui che diventerà il suo maestro e la inizierà ai segreti dell’Ordine della ragnatela e agli incredibili poteri del Wushu.

Chun-Li verrà addestrata per contrastare l’organizzazione criminale nota come Shandaloo capeggiata proprio da Bison e dal suo braccio destro Balrog (Michael Clarke Duncan), sulle tracce del nuovo boss di Bangkok c’è anche l’agente dell’Interpol Charlie Nash (Chris Klein) e la sua bella partner, la detective della omicidi Maya Sunee (Moon Bloodgood).

Street Fighter Legacy, il corto live-action ufficiale

Dopo avervi proposto il sorprendente cortometraggio di Sandy Collora Batman Dead End, oggi abbiamo selezionato per voi un altro fan film formato short in cui si omaggia il fortunato franchise videoludico Street Fighter, serie di videogames che oltre a fumetti e serie animate ha fruito di due trasposizioni live-action, Street Fighter: The movie (1994) e Street Fighter: The Legend of Chun Li (2009).

Street Fighter: Legacy il corto che vi proponiamo oggi nasce grazie alla passione di Joey Ansah e Owen Trevor, due filmaker che hanno voluto omaggiare il leggendario picchiaduro della Capcom che, insieme al Mortal Kombat della Midway, ha fatto la storia dei videogiochi dalle sale giochi sino alle consolle di ultima generazione.

Tekken, recensione in anteprima

In un futuro alternativo e non troppo lontano, siamo nel 2039, dopo una guerra che ha devastato l’intero pianeta otto corporazioni si sono suddivise il globo e una di queste, la Tekken guidata dal magnate Heihachi Mishima (Cary-Hiroyuki Tagawa) e da suo figlio Kazuya (Ian Anthony Dale), controlla il nord-America e periodicamente organizza un torneo di lotta conosciuto come Iron Fist.

Questo vero e proprio avvenimento sportivo che catalizza l’attenzione della popolazione che vive in condizioni di estremo disagio, nel suo regolamento comprende la possibilità di accettare nella selezione di combattenti un rappresentante eletto dal popolo che potrà così partecipare all’ambito torneo.

Il campione ufficiale Marshall Law (Cung Lee) viene però battuto a sorpresa dal giovene contrabbandiere Jin Kazama (Jon Foo) a cui la Tekken ha ucciso la madre e che vede l’Iron Fist come unica possibilità di arrivare al vero responsabile dell’omicidio, il boss Mishima.

Cinema & Videogiochi, 7 cinegames in arrivo

14332 [800x600]

In questi giorni è nelle sale Prince of Persia-Le sabbie del tempo, ultima trasposizione da videogame made in Hollywood, che non solo sembra aver rispettato appieno la controparte videoludica piazzandosi tra le migliori  trasposizioni di sempre, ma fungerà da apripista per una nuova ondata di cosiddetti cinegames, alcuni pronti al debutto, altri in fase di pre-produzione, altri ancora dal travagliato percorso creativo e dal futuro incerto.

Dopo il salto vi proponiamo sette cinegames in preparazione che potrebbero rivelarsi delle vere sorprese, un pò per le loro controparti videoludiche che sembrano concepite come veri e propri film interattivi, un pò perchè dopo molte delusioni è arrivato il momento che come i fumetti anche i videogames traslochino degnamente sul grande schermo, dando qualche soddisfazione ai milioni di videogiocatori in fremente attesa.