Cinema & Videogiochi, 7 cinegames in arrivo

di Pietro Ferraro 2

In questi giorni è nelle sale Prince of Persia-Le sabbie del tempo, ultima trasposizione da videogame made in Hollywood, che non solo sembra aver rispettato appieno la controparte videoludica piazzandosi tra le migliori  trasposizioni di sempre, ma fungerà da apripista per una nuova ondata di cosiddetti cinegames, alcuni pronti al debutto, altri in fase di pre-produzione, altri ancora dal travagliato percorso creativo e dal futuro incerto.

Dopo il salto vi proponiamo sette cinegames in preparazione che potrebbero rivelarsi delle vere sorprese, un pò per le loro controparti videoludiche che sembrano concepite come veri e propri film interattivi, un pò perchè dopo molte delusioni è arrivato il momento che come i fumetti anche i videogames traslochino degnamente sul grande schermo, dando qualche soddisfazione ai milioni di videogiocatori in fremente attesa.

RESIDENT EVIL: AFTERLIFE

La saga con il cambiamento di location, che si allontana dall’ambientazione urbana dei primi due capitoli approdando allo scenario post-apocalittico del terzo capitolo, Resident Evil: Extinction, anticipa di fatto il cambio di rotta della saga videoludica, che abbandona Racoon city solo dal quarto episodio. Questo quarto capitolo cinematografico torna nelle mani del regista Paul W.S, Anderson, autore del primo Resident Evil e si proporrà in una aggiornata veste 3D ispirandosi al recente quinto episodio delle serie per consolle.

TEKKEN

Piacchiaduro storico nato in sala giochi e poi convertito per l’allora neonata Playstation, ricco di personaggi caratterizzati in stile Mortal Kombat e con tutto il repertorio del caso, combo, personaggi sbloccabili, grafica accattivante, comparto sonoro degno di nota. La versione cinegame fruirà della regia di Dwight H. Little,al cinema Drago d’acciaio con Brandon Lee e in tv episodi per Bones, X-Files e Prison Break. L’approccio sarà quello utilizzato per i suoi predecessori da Street Fighter sino ai recenti Mortal Kombat e DOA-Dead or Alive.

GOD OF WAR

Trilogia videoludica di grande impatto visivo, è un action-adventure con giganteschi titani come boss di fine livello e un’ambientazione che ammicca aalla mitologia greca. Kratos il nerboruto, agilissimo e letale protagonista ammicca per dinamicità e meccaniche di gioco al cugino giapponese Dante della saga Devil May Cry. La trasposizione su grande schermo, in origine affidata al Brett Ratner di X-Men: Conflitto finale, dopo il forfait di quest’ultimo è in cerca di un regista.

BIOSHOCK

Una delle trasposizioni più attese ed annunciate, il gioco è uno splendido ed immersivo action-adventure con elementi GDR e visuale di gioco in prima persona stile Doom, lo scenario è un’ansiogena metropoli sottomarina abitata da mutanti. Il film sembra si farà, il budget è andato ridimensionandosi, fuori  il Gore Verbinski de I pirati dei Caraibi dentro il Juan Carlos Fresnadillo di 28 settimane dopo.

KANE & LINCH

Adrenalinico sparatutto in terza persona, dietro al videogame il team creativo della fortunata serie Hitman, la storia racconta la rocambolesca fuga di due detenuti, un mercenario condannato alla pena capitale ed uno psicopatico, entrambi in cerca di un prezioso carico di refurtiva. Casting stellare con Bruce Willis e Jamie Foxx, alla regia  l’esordiente Simon Crane, uscita prevista per il 2011.

UNCHARTED: DRAKE’S FORTUNE

Action-adventure in terza persona con inserti sparatutto e ricco di enigmi, Nathan Drake è un cacciatore di tesori senza scrupoli alla ricerca della leggendaria città di El Dorado, meccaniche di gioco che pescano a piene mani dalla serie Tomb Raider, ma con l’aggiunta di un surplus di scontri a fuoco che aumentano la dinamicità della messinscena. Il film è nelle mani di Avi Arad capo del reparto creativo della Marvel Entertainment e producer di molti cinecomics di successo come Iron man, Hulk e Spiderman, nonchè i prossimi Capitan America e Thor.

HALO

Concludiamo con il più sfortunato della lista, L’atteso e continuamente rinviato Halo, trasposizione di uno degli sparatutto in prima persona più amati di sempre, con una immersiva ambientazione sci-fi, visuale di gioco in stile Quake e una ricchissima mitologia pronta ad essere trasposta su grande schermo. La Microsoft detentrice dei diritti silura il protetto di Peter Jackson Neill Blomkamp che gira District 9, Jackson abbandona così il progetto e il film resta congelato in attesa di novità.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>