Razzie Awards 2011, vincitori: L’ultimo dominatore dell’aria peggior film, male anche Sex and the city 2 e Jessica Alba

Sono stati annunciati ieri sera al Barnsdall Gallery Theatre di Hollywood, puntuali come un orologio svizzero, i vincitori dei trentunesimi Razzie Awards, i premi assegnati 24 ore prima degli Oscar ai peggiori film dell’anno.

Quest’anno il trionfatore assoluto è stato L’ultimo dominatore dell’aria: il film di M. Night Shyamalan si è portato a casa i premi per il peggior film, per la peggior regia, per il peggior attore non protagonista (Jackson Rathbone, vincitore nella stessa categoria anche per The Twilight Saga Eclipse), per il peggior uso del 3D (nuova categoria) e per la peggior sceneggiatura. Male anche Sex and the City 2, che ha ottenuto tre premi, quello di peggior cast, peggior attrice (a tutte e quattro le protagoniste) e peggior sequel. Tra gli attori Jessica Alba e Ashton Kutcher sono risultati indiscutibilmente i peggiori, la prima a causa di quattro pessime interpretazioni, il secondo per due.

Dopo il salto trovate la lista completa dei premiati.

Rango, recensione in anteprima

Rango è un camaleonte che vive una sorta di crisi d’identità, insomma passare una vita intera a mimetizzarsi in un terrario casalingo avendo una personalità forte e una grande fantasia di stampo cinematografico, con tanto di virtuale troupe composta da gadget di plastica tra cui un pesciolino e il busto di una Barbie, creerebbe scompensi a chiunque, ma il destino per Rango ha in riserbo una sorpresa, un tantinello inaspettata e decisamente repentina rispetto a ciò che il nostro amico sognava, ma come si dice a caval donato non si guarda in bocca e così durante un viaggio in auto Rango finisce accidentalmente catapultato nel bel mezzo di un inospitale e assolato deserto.

L’impatto con la perigliosa location da spaghetti-western lo porterà a conoscere da subito e da molto vicino il mondo dei predatori grazie o meglio a causa di un incontro molto ravvicinato con un falco che ha intenzione di trasformarlo in un lauto spuntino, schivato il rapace in una sequenza degna di un action Rango comincerà a far conoscenza con la fauna locale e a stringere amicizie, in men che non si dica troverà la sua clac formata da Borlotta la prima camaleonte femmina incontrata da Rango e l’armadillo Carcassa, insieme raggiungeranno la vicina Polvere, classica cittadina vecchio West dove Rango in men che non si dica verrà eletto nuovo sceriffo e dovrà scoprire un mistero che riguarda l’elemento più prezioso nel deserto, oltre che  preziosa merce di scambio nella cittadina, a mettergli i bastoni tra le ruote la prima nemesi ufficiale dello sceriffo Rango, il malvagio serpente di malaffare Jack Sonagli.

Razzie 2011, nomination: Eclipse e L’ultimo dominatore dell’aria candidati come peggior film dell’anno

Sono stati annunciati i candidati ai Razzie Awards 2011, ovvero ai premi per i peggiori film e interpreti dell’anno. I pluri nominati sono molti, ma su tutti svettano L’ultimo dominatore dell’Aria e Eclipse con 9 nomination a testa. Tra gli attori, in cui spiccano i nomi di Robert Pattinson e Kristen Stewart, guida la speciale classifica dei nominati Jessica Alba, con ben 4 candidature.

Dopo il salto potete leggere la lista completa.

I film che hanno incassato di più in America nel 2010: Toy Story 3, Alice in Wonderland, Iron Man 2 in testa

Nel 2010 nei cinema americano sono usciti 517 film (quattro in meno rispetto al 2009), che hanno incassato in totale 10319,6 milioni di dollari (0,3% in meno del 2009) grazie a 1298, 1 milioni di biglietti venduti (nel 2009 sono staccati 1412,7 milioni di biglietti) e all’aumento del prezzo del biglietto (mediamente 7,95$ contro i 7,50$ dell’anno precedente).

A superare i 100 milioni di dollari incassati sono stati ventitre film. Sul podio Toy Story 3, Alice in Wonderland e Iron Man 2. Dopo il salto trovate l’elenco completo.

I 10 film più twittati del 2010

Quali sono i film più twittati del 2010? A rispondere alla domanda ci pensa ovviamente Twitter attraverso la lista dei trends dell’anno.

La top ten cinematografica rivela che Inception è stato il film più chiacchierato del 2010 sul social network. Sul podio ci sono Harry Potter e i doni della morte in seconda posizione e Scott Pilgrim vs. the World in terza. E’ interessante notare che The Social Network, la pellicola dedicata al social network rivale, Facebook, non rientra nelle prime dieci posizioni.

Dopo il salto potete leggere la classifica completa:

Oscar 2011, Migliori effetti speciali: la lista dei quindici candidati

L’Academy ha annunciato la lista dei quindici film finalisti che concorreranno all’Oscar 2011 nella categoria Migliori effetti speciali. Non ci sono grandi sorprese: i favoriti Tron: Legacy e Inception sono presenti e con loro anche tutti i possibili outsider (tra cui Alice in Wonderland e Scott Pilgrim vs The World).

Dopo il salto trovate la lista completa, in rigoroso ordine alfabetico.

Harry Potter 7 non sarà in 3D e Ritorno al futuro torna al cinema

Ancora un paio di news quest’oggi che riguardano l’attesa prima parte del capitolo conclusivo della saga di Harry Potter in uscita il prossimo 19 novembre e la celebrazione anche italiana del 25° anniversario del classico firmato Robert Zemeckis Ritorno al futuro.

E’ ufficiale la prima parte di Harry Potter e i doni della morte non sarà distribuita nei cinema in formato 3D, sembra che i tempi di post-produzione richiesti per il riversaggio non siano compatibili con quelli previsti per l’uscita in sala.

Box Office 1-3 ottobre 2010: Benvenuti al sud e The Social Network conquistano i botteghini italiani e americani

Il primo weekend di ottobre regala ai botteghini italiani e americani due vincitori convincenti: in Italia Benvenuti al sud batte nettamente Inception nonostante il numero inferiore di sale; negli States The Social Network conquista la vetta nonostante il numero nettamente inferiore di copie distribuite (il più basso tra i primi cinque in classifica).

La situazione italiana: Benvenuti al sud conquista subito la vetta con ben 3,79 milioni di Euro (3,87 compreso le premiere) e l’eccellente media per sala di 7.128 €. Settimana prossima si capirà se il film è in grado di tenere o se il risultato si sgonfierà velocemente. In seconda posizione tiene bene Inception, che incassa 1,83 milioni di euro (5,89 milioni totali). A seguire troviamo L’ultimo dominatore dell’aria, terzo con 1,25 milioni (4,26 milioni totali) nonostante il 3D, La passione, quarto con 489mila euro (1,64 milioni totali), e Mordimi, quinto con 409mila euro (4,1 milioni totali). Gli altri: bene, non benissimo, Un weekend da bamboccioni, settimo con 362mila euro (quinta media per sala settimanale). Fuori dalla top ten La pecora nera, undicesimo con 112mila euro e The Horde, dodicesimo con 100mila euro.

La situazione americana: The Social Network esordisce bene guadagnando 23 milioni di dollari (8.300 dollari di media a sala), poco meno di quello previsto dagli analisti. Alle sue spalle si mettono in coda Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani, che mantiene il secondo posto con 10,8 milioni di dollari (30 milioni totali), Wall Street: Il denaro non dorme mai, terzo con 10,1 milioni (35,8 milioni totali), il sorprendente The Town, quarto con 10 milioni (64,3 milioni totali e seconda media della settimana alle spalle del film dedicato a Facebook e al suo creatore) e Easy A, quinto con 7 milioni (42,2 milioni totali). Deludono le altre due novità settimanali, Case 39 e Let me in che, in settima e ottava posizione, incassano rispettivamente 5,35 e 5,3 milioni di dollari.

Andiamo a vedere la consueta tabella riassuntiva con i primi cinque posti della classifica settimanale italiana e di quella americana.

Star Wars torna al cinema in 3D

Sembra proprio il caso di rispolverare la palandrana Padawan e cambiare le pile alla fidata spada-laser, perchè George Lucas ha intenzione di trascinarci per l’ennesima volta al cinema per riproporci l’intera saga di Star Wars riversata stavolta in uno spettacolare formato 3D di ultima generazione.

Il sito Deadline-Hollywood da la notizia che la Industrial Light & Magic, la società di effetti speciali del papà di Star Wars, sta lavorando ad una conversione in 3D di tutte e sei le pellicole, ma attenzione per chi già provasse qualche moto di inquietudine ripensando alle disastrose conversioni in post-produzione di Scontro tra titani o del recente L’ultimo dominatore dell’aria, Lucas e il suo team parlano di tempi decisamente lunghi per la lavorazione delle pellicole che garantirebbero un 3D di altissimo profilo.

Box Office 24-26 settembre 2010: Inception primo in Italia, Wall Street 2 in testa in America

L’ultimo weekend di settembre regala un nuovo ribaltone ai vertici delle classifiche dei box office italiani e americani: da noi Inception va in testa non convincendo, mentre oltreoceano Wall Street: il denaro non dorme mai è primo, ma con cifre tutt’altro che stratosferiche.

La situazione italiana. Inception domina la classifica con 2,63 milioni di euro incassati in tre giorni, ma la sua media a sala (4.558 €) non è la migliore tanto che L’ultimo dominatore dell’aria, secondo con 2,18 milioni di euro (5.115 € a sala, anche grazie al 3D) lo batte. Nuovamente sorprendente Mordimi, terzo con 987mila euro (ora a 3,4 milioni totali). Buon esordio per La passione, quarto con 793mila euro (810mila contando le premiere). Scendono gli altri film: Mangia prega ama è quinto con 779mila euro (2,6 milioni totali), Sharm El Sheikh è sesto con 723mila euro (2,4 milioni totali), mentre La solitudine dei numeri primi è settimo con 338mila euro (2,9 milioni totali). Altro: Shrek e vissero felici e contenti con i 316mila euro tocca quota 16,58 milioni di euro totali.

La situazione americana. Apre la classifica Wall Street: il denaro non dorme mai con 19 milioni di dollari (miglior esordio di sempre per Oliver Stone), che batte di poco più di due milioni Il regno di Ga’Hoole – La leggenda dei guardiani, il cartoon di Zack Snyder, secondo a quota 16,3 milioni (nonostante il 3D) e il sorprendente The Town, terzo con 16 milioni (miglior media a sala tra i primi dieci con 5.556$ e 49,1 milioni di dollari totali). Seguono Easy A, quarto con 10,7 milioni di dollari (32,8 milioni totali), il deludente You Again, quinto con soli 8,3 milioni, e Devil, sesto con 6 milioni (21 totali). Altro: deludono le uscite in limitata The Virginity Hit che incassa solo 300mila dollari (in 700 sale) e Buried che racimola 104mila dollari in 11 cinema (meno di quelli previsti); bene Incontrerai uno sconosciuto Alto e Bruno di Woody Allen che si porta a casa 163mila dollari da sei cinema.

Andiamo a vedere la consueta tabella riassuntiva con i primi cinque posti della classifica settimanale italiana e di quella americana.

L’ultimo dominatore dell’aria, le action figures del film

E’ approdata in questi giorni nelle sale italiane l’avventurosa pellicola di M. Night Shyamalan L’ultimo dominatore dell’aria, il regista de Il sesto senso adatta il primo capitolo di quella che dovrebbe diventare una trilogia cinematografica live-action basata su famoso cartoon statunitense Avatar-la legenda di Aang.

Naturalmente visto l’appeal indiscusso che questo franchise avrà sul pubblico più giovane è già sul mercato una corposa sequela di gadget e merchandise vario e naturalmente all’appello non mancano le action figures con repliche di ottima fattura, con formati che variano per dimensione dai 12 ai 17 cm, oltre naturalmente alle versioni deluxe in formato XL,  tutte snodabili e complete di accessori.

Dopo il salto troverete un video che vi mostrerà le figures dal vivo e una ricca e dettagliata galleria fotografica con immagini delle figures che rappresentano i personaggi principali, l’avatar Aang in svariate versioni di cui una deluxe e con effetti sonori e luminosi, il principe Zuko, la dominatrice dell’acqua Katara e suo fratello Sokka, sena dimenticare il fido bisonte volante Appa in una fedele versione XL.

Al cinema dal 24 settembre 2010: Inception, L’ultimo dominatore dell’aria, La passione

Questo weekend verranno distribuiti nelle nostre sale tre nuovi film. Il numero esiguo di novità è dovuto all’alto interesse che teoricamente il pubblico dovrebbe avere per i titoli proposti. A giocarsi la vittoria settimanale degli incassi ci saranno: Inception, thriller onirico di Nolan, che ha spaccato la critica ed entusiasmato il pubblico; L’ultimo dominatore dell’aria, ultima fatica di M. Night Shyamalan, che non è stato troppo apprezzato in patria, ma che piacerà a tutti coloro che cercano un film che mescoli avventura, azione ed effetti speciali. Chiude il quadro delle novità La passione di Carlo Mazzacurati, una commedia dal cast di primo livello, che è stato presentata al Festival di Venezia 2010.

Dopo il salto trovate, come di consueto, le sinossi, la lista dei protagonisti e le locandine dei film che esordiranno oggi al cinema.

L’ultimo dominatore dell’aria 3D: serie animata, spin-off e graphic-novel

Venerdì esce nelle sale L’ultimo dominatore dell’aria, fantasy diretto dal regista de Il sesto senso M. Night Shyamalan, che ha adattato in un live-action la serie animata statunitense vincitrice di un Emmy Avatar-La leggenda di Aang.

Per l’occasione vogliamo approfondire l’origine di quella che dovrebbe diventare una trilogia parlando della serie animata, della graphic-novel e dello spin-off in arrivo nel 2011 e annunciato all’ultimo Comic-Con di San Diego.

L’ultimo dominatore dell’aria, recensione in anteprima

In un mondo in cui i poteri elementali rappresentano l’equilibrio dell’universo, quattro fazioni di dominatori controllano acqua, terra, aria e fuoco, quest’ultima fazione rompe gli equilibri e per fame di conquista dichiara una guerra globale.

Purtroppo l’unico che potrebbe riportare la pace, cioè l’ultimo superstite dei nomadi  dell’aria, l’Avatar Aang (Noah Ringer) che contiene in se le capacità per controllare tutti e quattro gli elementi, svanisce e la guerra imperverserà per cento anni, fino al suo ritrovamento da parte della giovane dominatrice dell’acqua Katara (Nicola Peltz).

Toccherà al giovane Aang ritrovare i suoi poteri, se stesso e riportare l’equilibrio tra le fazioni, ma sulle sue tracce c’è il principe della Nazione del fuoco, l’ambizioso Zuko (Dev Patel) che vuole catturare l’avatar per consegnarlo in catene a suo padre e riacquistare così i privilegi perduti.