Magic City al cinema con grandi attori

La serie TV di Mitch Glazer “Magic City” è pronta a sbarcare sul grande schermo e lo farà con un cast stellare: Jeffrey Dean Morgan, Bruce Willis, Bill Murray, Olga Kurylenko, Danny Huston e Kelly Lynch.

Taylor Kitsch e Brendan Gleeson in The Great Seduction, Jóhannes Haukur Jóhannesson e Arnar Dan in Noah, Bill Murray in St. Vincent De Van Nuys  (4)

Sin City – Una donna per cui uccidere: il trailer del film

“Sin City – Una donna per cui uccidere” è il nuovo viaggio nella città del peccato firmato Robert Rodriguez e naturalmente ispirato al sequel della graphic novel di Frank Miller.

locandina

Nel cast troviamo Rosario Dawson, Mickey Rourke, Bruce Willis,Eva Green, Jessica Alba, Jaime King, Josh Brolin,Michael Madsen, Clive Owen, Jamie Chung, Joseph Gordon-Levitt, Julia Garner, Juno Temple, Ray Liotta,Jeremy Piven, Christopher Meloni, Dennis Haysbert,Crystal McCahill.

Gli spot delle star prima di diventare famose

Prima di diventare famose, le celebrità hanno avuto una vita passata con alcuni momenti che vorrebbero dimenticare.

Quando erano appena all’inizio molti attori hanno prestato il loro ancora acerbo talento agli spot più disparati, vediamo quindi quali sono le pubblicità a cui le star hanno preso parte prima di diventare famose.

Buon compleanno Bruce

58 anni e non sentirli. Il ‘granitico’ Bruce Willis si avvicina ai sessant’anni e continua a far innamorare le donne e gli spettatori come se ne avesse quaranta in meno. Quattro figli, due matrimoni alle spalle e numerosi flirt. Sono solo alcuni tra i numeri di una vita all’insegna dell’azione, proprio come i suoi film.

Die Hard – Un buon giorno per morire al cinema dal 14 febbraio: e intanto Bruce Willis si laurea

Quella di ieri, 11 febbraio 2013, è stata una giornata speciale per John McClane. Bruce Willis, che da questo giovedì approderà nelle sale cinematografiche italiane per uno dei ruoli che lo hanno reso celebre, ha ricevuto 24 ore fa a Parigi la medaglia di Commandeur de l’ordre des Arts et de Lettres, conferitagli direttamente dai vertici del Ministro della Cultura francese, nella persona del Ministro Aurelie Filippetti.

Si tratta di un ambitissimo riconoscimento, che gli è stato conferito per un motivo semplice quanto importante.

Si registra, infatti, il significativo contributo di Bruce Willis alle arti e alla letteratura.

Una medaglia al valore che non passa di certo inosservata, e che pesa molto di più se ‘letta’ in termini materiali.

Basti pensare che negli anni passati lo stesso riconoscimento è stato conferito a Clint Eastwood, Jean Paul Belmondo, Roger Moore, Jeanne Moreau e Marcel Pagnol.

Ora è la volta di Willis. L’ex marito di Demi Moore ne ha fatta di strada. Film campioni di incassi, grazie anche alla sua presenza scenica imponente e intelligente. Uno che difficilmente si potrebbe clonare.

Ora, gli italiani non aspettano altro che vederlo nuovamente nei panni del poliziotto McClane, in una di quelle missioni

Looper ‘visto’ da Twitter

Per qualcuno è il nuovo ‘Matrix’. Per altri è un film fantascientifico di buon livello che risente del poco budget messo a disposizione. Opere come “Looper”, al giorno d’oggi, per essere competitive necessitano di cifre astronomiche.

Altrimenti il tempo, che poi è uno degli argomenti principali del film, se le porta via cancellando ogni loro traccia.

Il film è arrivato in Italia durante lo scorso week-end e c’è chi dopo esserlo andato a vedere ha scritto un’opinione personale su Twitter. Si sa, il passaparola (buzzing) è sempre molto efficace e aiuta a capire se vale o meno la pena vedere una pellicola.

Di “Looper” su Twitter si dice quanto segue:

Viaggio nel tempo? Si ma da killer professionista. Non perdetevi #Looper

 

#Looper film noir fanscientifico di buon livello, siamo lontani dalla perfezione ma lo consiglierei soprattutto agli appasionati di scifi

 

#Looper e i suoi viaggi nel tempo che secondo me vanno bbene così!

 

Certo che Joseph Gordon-Levitt è davvero impressionante nel dare sembianza, mimica e voce ad un giovane Bruce Willis in #Looper.

 

Film notevole… Trama intrigante e credibile fino all’ultimo, con un finale per nulla scontato… #Looper..

 

#Looper Coinvolgente miscela di fantascienza ad action.Ottima regia e cast superbo.Finale perfetto! 🙂 @IFILMDAVEDERE

 

Ho una debolezza antica per i viaggi nel tempo e ho visto molto volentieri #Looper

 

#looper – ACCATTIVANTE… EPICO… MITICO

 

#Looper è l’annunciata sorpresa di cui tutti parlano.

Con una conferma: nessuno sa fare Bruce Willis meglio di Bruce Willis.

 

Immagino di non stupirvi dicendovi che ho molto apprezzato il modo in cui #Looper ha fatto a pezzi il mio cuore.

 

#Looper Bruce Willis carico più che mai faccia a faccia con il se stesso del passato, un magnetico Joseph Gordon-Levitt

 

 

 

Looper – In fuga dal passato, recensione

Senso del cinema e intelligenza sono le caratteristiche principali di “Looper-In fuga dal passato”. Il lungometraggio, uscito negli ultimi mesi dello scorso anno per la regia di Rian Johnson, è senza dubbio ben costruito. Il regista, come si suol dire, “sa il fatto suo”. Aldilà delle confidenze, molti si chiederanno se davvero “Looper” è il ‘Nuovo Matrix’, come si legge da più parti.

Certo è che siamo dinanzi ad un viaggio nel tempo. Magari non un viaggio originalissimo. Ma al giorno d’oggi chi riesce ad essere originale al cento per cento? Siamo nel post-post-moderno, dove tutto è stato già inventato e poche sono le scoperte.

La ‘Svastica’ sul loop

Basta guardare pochi minuti (o affidarsi ad un’intervista) per capire che ad esempio Johnson ha tratto evidente ispirazione dall’opera di quel genio di Philip K. Dick. C’è la mano (involontaria?) dello scrittore de “La svastica sul sole” in “Looper”.

Dietro questo iper-testo vi è comunque una trama interessante, che rasenta la complessità senza però diventarne preda prescelta.

Il giudizio del CineManiaco

“Looper”, come tutti i viaggi nel tempo, non ha però un ottimo rapporto con i tempi stessi della narrazione.

A volte il ritmo va a farsi benedire, i discorsi diventano sermoni, l’equilibrio tra il racconto e lo spettacolo che mozza il fiato non è bilanciato a dovere. Inconvenienti del mestiere che, a livello mainstream, si pagano.

Così, in definitiva, Johnson si divide tra scene d’azione di ottima manifattura e scene molto più introspettive, spesso composte con atmosfere che si ‘perdono’. Qualcuno dà la colpa di questo risultato ambiguo al poco budget a disposizione. Troppi pochi soldi rovinano un film di fantascienza, soprattutto di questi tempi.

Non ci sentiamo, dunque, di dire che “Looper” passerà alla storia come un capolavoro. Rimane un film piacevole, con ottimi attori quali Joseph Gordon-Levitt e Bruce Willis. E poi c’è lei, Emily Blunt. E quando Emily Blunt compare sullo schermo tutto diventa più bello ‘di default’.
Voto: 7,5

Scheda del film

USCITA CINEMA: 31/01/2013
GENERE: Azione, Fantascienza, Thriller
REGIA: Rian Johnson
SCENEGGIATURA: Rian Johnson
ATTORI: Joseph Gordon-Levitt, Bruce Willis, Emily Blunt, Piper Perabo, Paul Dano, Jeff Daniels, Noah Segan, Xu Qing, Frank Brennan, Tracie Thoms, Garret Dillahunt, Nick Gomez, Marcus Hester

Trailer

Die Hard – Un buon giorno per morire: una nuova featurette sottotitolata

Ci sono delle saghe che non termineranno mai probabilmente. L’affetto del pubblico nei loro confronti è eterno. Per cui, quale motivo migliore per riproporle ciclicamente? In fondo è un po’ come un appuntamento fisso nel corso della propria vita. Come tornare in un buon ristorante una volta ogni due anni.

Una delle saghe che più appassiona da sempre i cinefili è senza dubbio quella in cui il protagonista è il poliziotto John McClane. “Die Hard”, a dimostrazione di ciò, sta tornando. Il nuovo episodio promette bene sin dal sottotitolo (“Un buon giorno per morire”. Le storiche vicende del poliziotto McClane, come sempre interpretato da quel ‘brutto muso’ di Bruce Willis torneranno al cinema il giovedì 14 febbraio 2013. Manca, dunque, sempre di meno.

Bruce Willis nel suo ruolo più iconico

Bruce Willis è pronto a vestire nuovamente i panni del poliziotto che lo ha resto un protagonista per antonomasia degli action movies. McClane è capace di restare sempre l’ultimo uomo ancora in piedi sul campo di battaglia. Un’abilità che deriva dalla sua attitudine spericolata.

Questa volta Bruce Willis/McClane, seguendo come sempre il suo codice etico da poliziotto che non intende fare prigionieri, sarà con le spalle al muro: si troverà peggio che mai nel posto sbagliato al momento sbagliato, dopo aver viaggiato fino a Mosca per andare in aiuto del figlio, Jack.

Avrà la famigerata malavita russa alle calcagna, e dovrà fare una corsa contro il tempo per evitare una guerra, i due McClane capiranno ben presto che i loro metodi contrapposti li faranno diventare degli eroi inarrestabili.

Nuova featurette

Eccovi una featurette nuova di zecca, con i sottotitoli in italiano:

Die Hard – Un buon giorno per morire: le foto del film

Uscirà giovedì 14 febbraio 2013 nei cinema italiani e c’è grande fermento. “Die Hard – Un buon giorno per morire” è il nuovo capitolo delle storiche vicende di John McClane, poliziotto tra i più famosi nella settima arte, interpretato come di consueto da Bruce Willis.

Die Hard: Un buongiorno per morire, primo spot tv

La Fox ha reso disponibile un primo spot tv per Die Hard: Un buongiorno per morire, quinto capitolo della serie action con protagonista il poliziotto John McClane (Bruce Wilis). Stavolta McClane è in trasferta in Russia dove farà squadra con suo figlio, un agente operativo della CIA (Jai Courtney) per fermare una rapina che ha come obiettivo delle armi nucleari.

Die Hard 5: due nuovi poster e due featurette

Disponibili online due nuovi poster e due featurette per Die Hard: Un buongiorno per morire, quinto film in uscita a febbraio 2013 con protagonista il poliziotto John McClane (Bruce Willis), stavolta in trasferta in Russia dove affronterà una minaccia globale con l’aiuto del figlio (Jai Cortney). Dopo il salto un poster, un banner e due featurette con interviste a regista e cast.