Die Hard – Un buon giorno per morire: una nuova featurette sottotitolata

di Cinemaniaco Commenta

Ci sono delle saghe che non termineranno mai probabilmente. L’affetto del pubblico nei loro confronti è eterno. Per cui, quale motivo migliore per riproporle ciclicamente? In fondo è un po’ come un appuntamento fisso nel corso della propria vita. Come tornare in un buon ristorante una volta ogni due anni.

Una delle saghe che più appassiona da sempre i cinefili è senza dubbio quella in cui il protagonista è il poliziotto John McClane. “Die Hard”, a dimostrazione di ciò, sta tornando. Il nuovo episodio promette bene sin dal sottotitolo (“Un buon giorno per morire”. Le storiche vicende del poliziotto McClane, come sempre interpretato da quel ‘brutto muso’ di Bruce Willis torneranno al cinema il giovedì 14 febbraio 2013. Manca, dunque, sempre di meno.

Bruce Willis nel suo ruolo più iconico

Bruce Willis è pronto a vestire nuovamente i panni del poliziotto che lo ha resto un protagonista per antonomasia degli action movies. McClane è capace di restare sempre l’ultimo uomo ancora in piedi sul campo di battaglia. Un’abilità che deriva dalla sua attitudine spericolata.

Questa volta Bruce Willis/McClane, seguendo come sempre il suo codice etico da poliziotto che non intende fare prigionieri, sarà con le spalle al muro: si troverà peggio che mai nel posto sbagliato al momento sbagliato, dopo aver viaggiato fino a Mosca per andare in aiuto del figlio, Jack.

Avrà la famigerata malavita russa alle calcagna, e dovrà fare una corsa contro il tempo per evitare una guerra, i due McClane capiranno ben presto che i loro metodi contrapposti li faranno diventare degli eroi inarrestabili.

Nuova featurette

Eccovi una featurette nuova di zecca, con i sottotitoli in italiano:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>