Saul Dibb: uno sguardo realista sulla nobiltà inglese

di Pietro Ferraro 1

Saul Dibb, regista inglese classe 1968, è un professionista dalle molteplici abilità, sceneggiatore regista e direttore della fotografia, questi sono alcuni dei ruoli che ha ricoperto nella sua carriera dagli esordi in tv fino alla sontuosa biopic in costume La Duchessa.

Gli esordi del regista sono con alcuni documentari e serie televisive, ricordiamo Easy money (2003), storia di una attrice porno, e alcuni episodi di The life is beauty (2006),The end of the street (2006) e The love chord (2006), ricordiamo anche la sua partecipazione come direttore della fotografia al documentario Tottenham Ayatollah (1997).

Nel 2004 esordisce sul grande schermo scrivendo e dirigendo Bullet boy, crime movie sull’impossibilità di un giovane ex-galeotto, libero sulla parola di sfuggire alla strada e al legame indissolubile che lo lega al mondo delle bande e della criminalità, questo lungometraggio gli farà guadagnare una nomination al Britsh Independent Film Awards e lo vedrà vincitore come miglior regista esordiente all’Evening British Standard Film Award.

La duchessa, è solo il punto di arrivo di una lunga gavetta televisiva, la profonda conoscenza del mezzo cinematografico ed il taglio realista e documentaristico del suo stile registico, ne hanno fatto l’ideale realizzatore di una storia vera e storicamente documentata come quella della Duchessa del Devonshire, ricordiamo che Dibb in questo film ricopre anche il ruolo di sceneggiatore.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>