Recensione: Boog & Elliot-a caccia di amici

di Redazione 3

Boog è un orso pacioccone ed innocuo che vive beatamente nel garage della ranger Beth, le sue giornate sono fatte di ozio, cibo ed esibizioni per i turisti che vengono a visitare la ridente cittadina di Timberline.

Elliot è un cervo mingherlino e logorroico, dopo essere scampato ad una battuta di caccia che lo vedeva ospite d’onore, conosce Boog e lo coinvolge in alcuni disastrose incursioni alla ricerca di cibo che metteranno entrambi nei guai

Beth suo malgrado è costretta a lasciare liberi i due amici nella foresta che Boog trova in principio inospitale e irta di pericoli, ma con l’auto di di Elliot e di un’esercito di piccoli abitanti della foresta, tenterà di cavarsela inconsapevole che da lì apochi giorni si aprirà la stagione della caccia.

Boog, Elliot ed i loro nuovi amici dovranno vedersela con un’orda di cacciatori pronti a tutto pur di farli diventare pregiata selvaggina, ma il gruppo coalizzatosi e presa confidenza con il nuovo habitat riusciranno a mettere i fuga i molesti cacciatori e a far tornare la tranquillità nella foresta.

Beth preccupata torna a prendere Boog per riportarlo a casa, ma scopre che in realtà l’orso ormai è parte della foresta ed ha trovato tanti nuovi amici, e decide a malincuore di lasciarlo lì dove si trova, convinta che quello sia il posto giusto per lui.

Boog & Elliot è un simpatico e coinvolgente cartoon di nuova generazione, i due personaggi somigliano molto per caratterizzazione alla strana coppia Shrek e Ciuchino, diventano subito simpatici, le gag sono ben congegnate e l’ambientazione incantevole. Le disavventure di questa coppia di pasticcioni divertiranno grandi e piccini, tecnicamente sorprendente, bella la musica e riuscito il concept di  fiaba a sfondo animalista, che altro dire se non dategli un’occhiata perchè potrebbe sorprendervi.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>