Rambo 5, Sylvester Stallone pianifica la morte di John Rambo

di Pietro Ferraro Commenta

Non ci sono ancora piani definitivi per Rambo: Final Stand, capitolo conclusivo della saga action a sfondo bellico di Sylvester Stallone, ma secondo Movieweb l’attore ha le idee ben chiare e pare abbia tutta l’intenzione di far immolare il suo iconico personaggio action in Rambo 5.

Le notizie pià recenti davano Stallone entusiasta di girare un quinto film:

Muoio dalla voglia di fare un altro Rambo. si svolgerà in Arizona al confine. Si tratterà di lui che va in Messico.

Alla domanda se John Rambo morirà in questa ultima missione, Stallone ha risposto con un lapidario si e spiega perchè vuole fare un ultimo film:

Rocky sono io dopo il caffè, Rambo invece è la mia parte più primitiva, reattiva ed istintiva, quasi come un animale. E’ come un cavaliere errante che cerca di morire in un modo glorioso. non ha voglia di finire anziano o di avere una famiglia. nel libro Rambo viene ucciso. all’epoca ho pensato che non fosse il messaggio corretto. C’erano stati quasi 200.000 suicidi tra i veterani del Vietnam. Allora dissi: “Perché non lo portiamo fino al limite, ma senza annientarlo?” Quentin Tarantino mi ha detto: “Sei un vigliacco, avresti dovuto ucciderlo!” risposi “Quentin, sei un pazzo. Voglio fare dei sequel fratello”.

Stallone ha anche parlato del suo rapporto, un tempo contraddittorio con Arnold Schwarzenegger il suo prossimo co-protagonista in The Tomb:

Questo è andato avanti per molto tempo. Non potevamo sopportare di essere nella stessa stanza, ma mi piace un buon avversario, ti fa perdere il sonno e ti da la voglia di alzarti la mattina e andare in palestra. Abbiamo iniziato il business quasi lo stesso giorno eravamo ai Golden Globe e avevo vinto per il miglior esordiente, ho perso per il miglior attore, ma avevamo vinto per il miglior film, allora ho preso questo bouquet di fiori e glielo lanciai, “E’ per te amico!”. Da quel giorno è diventata una cosa molto competitiva. Poi andando avanti, avendo una famiglia ti rendi conto di quanto in realtà siamo molto simili. Ora andiamo molto d’accordo. Quando si è candidato come governatore ha iniziato ad invitarmi agli eventi. ho detto no, poi mia moglie mi disse: “Dai, sta porgendo il ramoscello d’ulivo”. Ha fatto diverse grandi cose quando era governatore, come partecipare a I mercenari senza alcun compenso.

(Photo Credits | Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>