Oscar 2011, Migliori costumi: chi vincerà?

di Pietro Ferraro 4

Altra scorsa alla corposa sequela di candidati agli imminenti Oscar 2011, oggi è il turno della categoria migliori costumi che a differenza delle altre categorie dell’Academy oltre ad essere tutta al femminile ha il suo rappresentante da guinness, si tratta della costumista americana Edith Head, per lei una stella sulla Walk of Fame, 35 nomination e 8 premi Oscar vinti in maggioranza negli anni ’50, tra i suoi lavori La rosa tatuata, Notorious, Eva contro Eva, Sabrina e La stangata.

Anche gli italiani, che di moda hanno da sempre fatto virtù, hanno lasciato il loro segno nella categoria, dagli anni ’80 ad oggi tra i premiati figurano una sfilza di nomination e due Oscar per Milena Canonero (Momenti di Gloria/Marie Antoinette) e una statuetta a testa per Franca Squarciapino (Cyrano de Bergerac) e Gabriella Pescucci (L’età dell’innocenza).

dopo il salto trovate la lista delle nomination di quest’anno e qualche informazione sui candidati.

Iniziamo doverosamente con l’unica candidatura italiana di quest’anno per i costumi de Io sono l’amore di Luca Guadagnino, sarà la costumista Antonella Cannarozzi a rappresentare il cinema italiano alla cerimonia del prossimo 27 febbraio, ricordiamo tra i suoi crediti il musical Tano da morire di Roberta Torre e il drammatico La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo.

Seconda candidatura per Colleen Atwood e i costumi di Alice in Wonderland di Tim Burton, la Atwood è una habituè da nomination nonchè vincitrice di due Oscar per il musical Chicago (2002) e il letterario Memorie di una geisha, la costumista oltre ad aver partecipato ad oltre 50 produzioni è un’assidua collaboratrice di Burton, con il regista la Atwood ha realizzato costumi per Ed Wood, Big fish, il musical Sweeney Todd e il remake Planet of the Apes.

Terza candidatura per i costumi a Il discorso del re di Tom Hooper, uno dei favoriti anche nella categoria miglior film, i costumi di questa biografia storica ambientata alla vigilia della seconda guerra mondiale sono dell’inglese Jenny Beavan, per lei un Oscar in tandem con John Bright per Camera con vista e otto nomination che l’hanno vista in corsa con Anna and the King, Gosford park e Quel che resta del giorno.

Quarta candidatura ed altra pellicola in corsa per il miglior film il remake dei Coen Il grinta, per questo intrigante western d’autore candidata l’americana Mary Zophres, già collaboratrice dei Coen per Fratello dovve sei? e costumista per Spielberg in Prova a prendermi e Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo.

Quinta ed ultima candidatura di quest’anno per l’outsider The Tempest di Julie Taymor che si candida agli Oscar 2011 con questa unica nomination, per questa pellicola, ennesima rivisitazione della famosa opera di Shakespeare, i costumi sono realizzati dalla costumista premio Oscar Sandy Powell, per lei tre statuette per Shakespeare in love, The aviator, The Young Victoria oltre a realizzazioni per Intervista con il vampiro, Gangs of New York e Velvet Goldmine.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>