Oscar 2010, la sorpresa di El secreto de sus ojos

di Pietro Ferraro 3

L’Academy si ripete anche quest’anno, ma stavolta nvece di fare con i suoi Oscar da eco ai Golden Globe come di consueto, spiazza nell’unica categoria, miglior film straniero, che sembra stimolarne una sorta di ribellione al pronostico o al candidato scontato da ripettare a tutti i costi,  è successo l’anno scorso con l’outsider made in Japan Departures, ed è successo anche quest’anno scalzando dal podio i due favoriti dell’utima ora, Michael Haneke con Il nastro bianco e il francese Jacques Audiard con il sorprendente Il profeta.

Se è pur vero che il film vincitore dell’argentino Juan Josè Campanella, El secreto  de sus ojos nelle ultime ore precedenti alla premiazione aveva guadagnato molto nelle quotazioni e nei pronostici, è anche vero che nessuno in fondo avrebbe mai scommesso che sarebbe riuscito a scalzare ne il film di Haneke con all’attivo una Palma d’Oro e un Golden Globe, ne tantomeno il film di Audiard che sfoggiava un BAFTA e ben 9 César rastrellati in patria.

E invece il noir di Campanella spariglia le carte e vince sul filo di lana, raccontandoci di un assistente pubblico ministero in pensione che decide di tornare su un caso vecchio di 25 anni, e su un brutale omicidio di una donna di cui si era occupato agli inizi della sua carriera scontrandosi con una giustizia corrotta incapace di porre rimedio alla vita distrutta di un marito in cerca di vendetta, un caso che nel corso degli anni lo ha tormentato con sensi di colpa che si sono amplificati in una dolente eco incapace di abbandonare la sua coscienza.

Campanella che ha già nel curriculum una candidatura agli Oscar nel 2001 per Il figlio della sposa, film in cui recitava l’attore e regista argentino Riccardo Darin, protagonista anche ne El secreto de sus ojos, esordisce alla regia nel 1979 per poi negli ultimi anni dedicarsi anche al piccolo schermo dirigendo episodi di alcuni  serial di grande successo come Dr. House e Law & Order.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>