Maniac Cop: la trilogia

di Pietro Ferraro 1

Oggi ci occupiamo di una trilogia all’insegna del low-budget più estremo, con  una forte connotazione splatter ed un personaggio molto carismatico, la trilogia è quella dedicata al poliziotto-zombie Matt Cordell (Robert Z’Dar)  che nel primo capitolo della serie, Maniac Cop-Poliziotto sadico, ci racconta le sue origini  che lo vedono onesto poliziotto incastrato da alcuni agenti corrotti finire ucciso in una prigione, e tornare dall’oltretomba decisamente irritato e con una tecnica notevole per l’omicidio efferato.

Il regista William Lustig che aveva diretto il primo capitolo si dà al sequel, stavolta diserta le sale e sforna un direct-to video dal titolo Maniac cop-Il poliziotto maniaco, sulla scia del Jason di Venerdì 13, l’agente Cordell diventa uno zombie decomposto sempre più determinato a sterminare i responsabili del suo decesso.

Questo secondo capitolo è ben lontano dalle atmosfere da compiaciuto B-movie del primo capitolo, Lustig sforna un dignitoso prodotto per l’home video, insomma un film casalingo senza infamia nè lode.

Per il terzo, travagliato e per ora ultimo capitolo della trilogia, Maniac Cop 3-Il distintivo del silenzio, il regista william Lustig abbandonò il set prima della fine delle riprese seguito a ruota dallo sceneggiatore Larry Cohen. A Lustig subentrò il collega Joel Soisson che terminò un terzo capitolo debole, che mostra definitivamente la corda di una serie che forse avrebbe meritato miglior fortuna. Uno stregone voodoo decide di riesumare e riportare in vita il sadico poliziotto Matt Cordell con tutti le sanguinolente conseguenze del caso.

Di seguito, i trailer dei tre film e un paio di clip speciali.

MANIAC COP-POLIZIOTTO SADICO (Maniac Cop-1988) di William Lustig

MANIAC COP-IL POLIZIOTTO MANIACO (Maniac Cop 2-1990) di William Lustig

MANIAC COP 3-IL DISTINTIVO DEL SILENZIO (Maniac Cop 3: Badge of silence-1993) di William Lustig e Joel Soisson

Bonus Video 1

Bonus Video 2

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>