Luigi Lo cascio: un attore d’autore

di Pietro Ferraro 2

Luigi Lo Cascio nasce a Palermo il 20 Ottobre 1967, indirizzato dallo zio alla recitazione, l’attore Luigi Maria Burruano, si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico nel 1992 con un saggio sull’Amleto. seguiranno una lunga gavetta nel teatro recitando grandi classici come Romeo e Giulietta, Sogno di una notte di mezza estate e Aspettando Godot, verrà inoltre diretto da molti grandi registi teatrali tra cui Carlo Cecchi e Giuseppe Patroni Griffi.

Nel 2001 un esordio col botto, I cento passi di Marco Tullio Giordana vince a convince, con il suo Peppino Impastato l’attore vince un David di Donatello, seguiranno Luce dei miei occhi al fianco di Silvio Orlando e La meglio gioventù, ancora con il regista Marco Tullio Giordana, stavolta l’attore e tutto il cast maschile si guadagnano un Nastro d’argento.

Dopo il controverso Buongiorno notte di Bellocchio, sarà la volta della commedia Mio cognato con Sergio rubini e del thriller Occhi di cristallo. Nel 2005 è con Giovanna Mezzogiorno sul set de La bestia nel cuore, seguito da Mare nero di Roberta Torre e nel 2007 Il dolce e l’amaro intenso ritratto di un collaboratore di giustizia.

Dal 3 Aprile 2009 nei cinema Gli amici del bar Margherita, un film corale diretto da Pupi Avati in cui Lo Cascio recita al fianco di Diego Abatantuono, Katia Ricciarelli e Fabio De Luigi per un nostalgico ritratto di una Bologna anni ’50.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>