James Bond e i nemici di sempre

di Massimiliano Miano 3

Il personaggio di James Bond, venne creato dallo scrittore britannico Ian Fleming, come protagonista di una serie di romanzi. Bond, numero identificativo 007, sigla in cui il doppio zero iniziale indica che ha licenza di uccidere, è un raffinato agente segreto dello spionaggio inglese, divenuto particolarmente famoso grazie ad una serie di film realizzati a partire dagli anni sessanta dalla EON Production.

I nemici di Bond, coloro che non vogliono conquistare un qualcosa, ma il Mondo, rientrano quasi sempre in un determinato cliché, svelano il loro piano a Bond per narcisismo, catturano ma non uccidono il protagonista e così via, e si accompagnano a curiosi guardia spalle e bellissime donne che, il più delle volte finiranno per tradirli, preferendo loro il fascino di Bond.

Fin dai primi episodi della serie, l’agente 007 si è trovato ad affrontare una serie di nemici tanto astuti quanto letali. Armi esotiche e piani diabolici non hanno mai distolto Bond dal suo obbiettivo, salvare il mondo e il suo Vodka-Martini; scopriamo in una breve carrellata i più famosi, da Goldfinger a Gustav Graves.

Nel film 007 – La Morte Può Attendere, il nostro agente segreto, oltre ad una esplosiva Halle Berry in bikini, si ritrova ad affrontare il cattivo megalomane Gustav Graves, interpretato da Toby Stephens. Nel medesimo episodio, troviamo un altro spietato cattivo, Zao interpretato da Rick Yune. Mentre Bond insegue Zao intorno al mondo cercando di scoprire chi l’ha tradito, scopre un palazzo di ghiaccio e una letale arma di distruzione, una tipica giornata da 007.

Da Full Monty al cattivo di un Bond film, Robert Carlyle, che ha dato filo da torcere a 007, vestendo i panni di Renard in 007 – Il Mondo Non Basta. Il suo ultimo ruolo lo ha visto nei panni di un personaggio completamente differente, nel film fantasy Eragon.

Temibile magnate dei media, Elliot Carver, interpretato da Jonathan Pryce in 007 – Il domani non muore mai, innesca la miccia di una guerra tra inglesi e cinesi, in una lotta per la dominazione totale. Bond viene inviato per investigare.

L’attore inglese Sean Bean, interpreta il ruolo dell’agente Alec Trevelyan in Goldeneye, che è stato anche il film d’esordio di Pierce Brosnan nei panni del più famoso agente segreto inglese. Il film è stato anche la prima pellicola completamente originale e non tratta da una novella di Ian Fleming.

Christopher Walken è Max Zorin in Agente 007 – Bersaglio mobile, dove affianca un Roger Moore nella sua ultima interpretazione dell’agente segreto. Una chicca per i fan della serie: l’attore inizialmente scelto per interpretare Zorin era David Bowie.

Il tedesco Curt Jürgens, interpreta il miliardario Karl Stromberg, residente nella città sottomarina di Atlantide in: Agente 007 – La spia che mi amava, ma il più cattivo e famoso tra tutti i cattivi della saga di 007, è sicuramente Squalo, interpretato da Richard Kiel, uno dei pochi che è riapparso più tardi nella serie nell’episodio del 1979: Moonraker – Operazione spazio.

Yaphet Kotto ha interpretato il Dr. Kananga e il suo alter ego Mr. Big in Agente 007 – Vivi e lascia morire. Dopo aver fallito nell’uccidere Bond, Kananga è costretto ad ingoiare una pallina di aria compressa che lo porterà a gonfiarsi fino ad esplodere.

Il detective della serie TV Kojak, Telly Savalas, è stato il secondo dei tre attori che hanno incarnato il ruolo del cattivo Ernst Stavro Blofeld in: Agente 007 – Al servizio segreto di sua maestà. Questo cattivo apparirà anche in Agente 007 – Dalla Russia con amore, Agente 007- Operazione tuono e Agente 007 – Si vive solo due volte.

Il guercio personaggio di Emilio Largo, era il secondo in ordine di importanza tra i cattivi di Agente 007 – Operazione tuono, fu interpretato dal nostro bravissimo Adolfo Celi, nel suo primo ruolo di spicco in un film internazionale.

In Agente 007- Missione Goldfinger, l’attore tedesco Gert Frobe, incarna il cattivo per antonomasia di tutti gli episodi della serie 007. In una famosissima scena, Goldfinger costringe Bond su un tavolo mentre un laser minaccia di tagliarlo in due.

Robert Shaw, interpreta Red Grant in: Agente 007 – Dalla Russia con amore. Nel film, Red sembra uccidere Bond con il suo “orologio laccio”, ma alla fine scopre che l’uomo che ha ucciso, indossa soltanto una maschera dalle sembianze dell’agente segreto.

In 007 – Quantum of Solace, il 22° film di spionaggio della serie, in Italia il 7 novembre prossimo, ritorna finalmente il più acerrimo nemico di James Bond: il terribile Ernest Stavro Blofed, che all’inizo del film sarà noto con un altro nome.

Questo personaggio è semplicemente citato nel primo film Licenza di uccidere; ne sono svelate le mani e la fisionomia, nel secondo film della serie Dalla russia con amore, e lo stesso accade per Goldfinger e Thunderball, che vedremo in volto solo nel 1967 per il film Si vive solo due volte. Tornerà ancora in Al servizio di sua maestà e Una cascata di diamanti, per ricomparire nel prologo iniziale di Solo per i tuoi occhi, dove è finalmente eliminato da Bond.

Con il recente Casino Royale, la serie di Bond è ripartita dall’inizio e pertanto il ritorno del più grande nemico di Bond era quantomeno auspicabile. Per questo ruolo così importante è stato scelto l’attore francese Mathieu Almaric. Inoltre sono stati confermati Judi Dench nella parte del capo dei servizi segreti “M”, e Jeffrey Wright, nella parte di Feliz Le Iter, che nella serie precedente, cambiava volto in ogni film.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>