Heartbreakers-Vizio di famiglia, recensione

di Pietro Ferraro 2

Maxine (Sigourney Weaver) e Page (Jennifer Love Hewitt), madre e figlia sono un team di abili truffatrici d’alto bordo specializzate nell’impersonare mogli e amanti, Maxine è la fascinosa single che sposa il riccastro di turno, mentre Page è quella che arriva a nozze celebrate e in veste di amante circuisce il neo-sposo permettendo alla mammina di strappare un divorzio stellare.

Dopo l’ultimo colpo Page vorrebbe intraprendere una carriera da solista, ma Maxine non intende lasciare andare la figlia, così organizza un piano in cui i proventi delle loro truffe depositati in banca finiscono nelle mani di un sedicente agente del fisco, così di nuovo al verde Maxine convince la figlia a fare un ultimo lucroso colpo alzando il tiro, stavolta le due si trasferiscono in una località esclusiva frequentata da facoltosi scapoli.

Sul posto scatta la scelta del danaroso pollo di turno, Maxine punta un anziano single accanito fumatore, Page invece decide di circuire un bamboccione ormai quarantenne che vive ancora con la madre, la prima riuscirà nel suo intento schivando durante l’operazione le resistenze di una domestica ficcanaso, Page invece mollerà il suo scapolo e si innamorerà del proprietario di un bar.

Purtroppo la ciminiera umana scelta da Maxine tirerà le cuoia poco prima di suggellare la promessa di matrimonio, così la donna a corto di tempo punterà dritta sul proprietario del bar di cui si è innamorata la figlia e che nel frattempo ha ricevuta una sostanziosa offerta per il suo locale, il che lo trasforma in un appetibile potenziale pollo da spennare, chiaramente Page si opporrà con tutte le sue forze.

Il regista David Mirkin alla sua sceconda prova su grande schermo dopo la comedy del 1997 Romy e Michelle con Lisa Kudrow e Mira Sorvino e noto per aver militato nel team di autori della serie animata I Simpson, si cimenta con una divertente pellicola che ibrida la comedy-romance con il filone dei caper-movies, questi ultimi film che hanno come soggetto truffe o rapine particolarmente elaborate, vedi Ocean’s Eleven di Soderbergh e relativi sequel.

Heartbreakers-Vizio di famiglia diverte a corrente alternata, Mirkin non centra il bersaglio con la dovuta efficacia giocando un pò troppo con un cast che avrebbe dovuto recitare almeno un paio di toni sotto, e anche se bisogna ammettere che lo spessore del cast è notevole, questa atmosfera sopra le righe se all’inizio dona alla pellicola un fascino tutto suo, a lungo andare mostra la corda.

Note di produzione: qualche parola sul ricco cast di questa pellicola che vede oltre alla presenza di Gene Hackman e Ray Liotta, anche ruoli per Carrie Fisher, la principessa Leia del cult Star Wars, i veterani Anne Bancroft e Jeffrey Jones e lo Zach Galifianakis di Una notte da leoni. Per i ruoli delle protagoniste in origine si era pensato a Cher e Jennifer Aniston.

,

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>