Dragonball Evolution: recensione

di Pietro Ferraro 16

Goku (Justin Chatwin) è un adolescente che ha, come buona parte degli adolescenti del pianeta, problemi con le ragazze e con qualche bullo di troppo, ma anche una forza ed una tecnica di combattimento che potrebbero in un baleno sistemare i bulli della scuola, farlo diventare ultrapopolare e aiutarlo a conquistare Chichi (Jamie Chung) la ragazza di cui è perdutamente innamorato e che guardacaso sta con il bullo dei bulli.

E allora perchè direte voi Goku ancora subisce le quotidiane vessazioni dei suoi compagni di scuola e colleziona figuracce davanti alla ragazza dei suoi sogni?, Semplice perchè nonno Gohan (Randall Duk Kim) che gli ha tramandato l’antica arte e la magia del kung fu gli ha fatto promettere che non l’avrebbe usata per aggredire alcuno, neanche se provocato.

Purtroppo Goku una sera durante una festa non resiste all’ennesima provocazione e dà spettacolo davanti ad una folla mostrando tutta la sua abilità nel combattimento, sbaragliando la comitiva di prepotenti e conquistando la bella, ma la sera stessa goku, a cui il nonno aveva donato una delle sette sfere del drago, inutile da sola, ma fonte di immenso potere se unita alle altre sei, scopre la sua casa distrutta ed il nonno in fin fi vita. E’ stato Piccolo (James Marsters) ad aggredire nonno Gohan, il lato oscuro del Kung fu, un alieno che liberatosi dalla sua prigione vuole il potere delle sette sfere ed è disposto a tutto pur di ottenerlo.

Prima di morire il nonno chiede a goku di trovare il maestro Muten (Chow Yun-Fat) e di difendere con la vita la sfera del drago, il maestro Muten saprà cosa fare e lo istruirà per affrontare il malvagio Piccolo ed i suoi alleati. Una volta trovato il maestro Muten Goku dovrà nell’ordine: trovare le sfere rimanenti, padroneggiare i quattro elementi basilari del kung fu, e utilizzare un grande torneo di arti marziali per rispedire Piccolo nella sua prigione, semplice no?

Il manga di Akira Toriyama era forse uno dei progetti più complessi da portare sullo schermo in una versione live-action made in Hollywood. Prima di tutto per la miriade di sottotrame delle serie tv, la cui complessità dava un certo spessore al lavoro dell’autore giapponese, poi il look troppo giapponese così come la comicità demenziale che ogni tanto faceva capolino che è il marchio di fabbrica dei cartoon made in Japan e infine la caratterizzazione dei personaggi che sono un pastiche di mitologia orientale, leggende e folklore giapponese.

Purtroppo il pesante rimaneggiamento fatto con questa trasposizione dal regista James Wong è grande come una casa e non può passare inosservato anche a chi ha solo intravisto il cartone originale, tutto è troppo occidentalizzato e non basta qualche bellezza orientale ed un simpatico e volenteroso Chow Yun- Fat, in più di un’occasione stridente con il contesto, a nobilitare un’operazione veramente poco riuscita.

Non rimane nulla del Dragonball originale in questo Dragonball Evolution se non qualche suggestione, comprimere in un’ora e mezza il lungo viaggio di Goku, che rappresentava un viaggio iniziatico per conquistare l’equilibrio, conoscere se stesso e diventare adulto, eh si questo manga all’apparenza  fracassone e infantile nasconde più di qualche sorpresa, in una caccia al tesoro da villaggio turistico è quasi offensivo nei confronti della folle e anarchica creatività di Toriyama.

Tirando le somme alla fine della fiera ci troviamo una divertente sequela di brevissimi combattimenti, poche gag mal ingegnate, qualche effetto speciale di routine e la sensazione di aver appena assistito ad una discreta puntata di Smallville, il consiglio è di passare oltre.

Commenti (16)

  1. Ottima Recensione ma altrettanto ottime conclusioni… Potevano mettere l’attore di Smallville chiamarlo Superman a Hong Kong e magari ci saremmo pure accontentati… Volete farlo “Occidentale?” lasciate tutto in mano alla Marvel e almeno qualcosa con le palle usciva… PS. Con l’hanime nn ci appizza proprio xD … Goku con il gell looooool … cioè… bhu soldi persi! Fa + figura questo Dragonball http://www.youtube.com/watch?v=2440GinNAI8

  2. Non è dragonball ma un film di arti marziali con effetti speciali non degno di nota, insomma un vero insulto per coloro che sono appassionati della saga.

  3. Un bel film d’azione certo manca il fascino del manga, ma consideriamo quanti anni ci ha messo toriyama per raccontare questa storia.

    A me è piaciuto anche se i tempi stretti del film non hanno permesso di cogliere l’atmosfera del manga originale, lo sceneggiatore nel riarrangiare la storia non se l’è cavata male

    Mi aspetto un seguito

    http://www.foxnett.netsons.org

  4. Perde tutto il fascino del manga e dell’anime… film superficiale che ha la pretesa di riassumere buona parte della saga di dragonball in pochissimi minuti.
    Condivido a pieno ( e non potevo non citarvi nella mia ritardataria recensione) il fatto che sembra più una puntata di una discreta serie tv alla smalville che altro.

    Fabrizio
    Laboratorio di cinema: recensioni ed altro
    http://cinemarecensionilab.blogspot.com/2010/07/dragonball-evolution-2009-recensione.html

  5. @ cinemarecensionilab (Fabrizio):
    Siamo in perfetta sintonia, non si snatura un’opera in questo modo solo per far cassa, molto meglio un lungometraggio d’animazione figlio del compromesso come Astroboy che un live-action come questo tirato per i capelli. Grazie per il commento e per la citazione. 🙂

  6. non dico come ci sono rimasta male quando l ho visto x la prima volta veramente uno schifo..non ha niente in comune con l’anime..una vera delusione io ho 14 insomma diciamo che da quando sono nata che dragon ball fa parte della mia vita certo ammetto che non è affatto facile realizzare un film bello almeno la meta di dragon ball..ma almeno rispettare la trama mi sembra il minimo..in questo film non ce nulla di uguale al anime Goku nel film è uno sfigato totale preso in giro da tutti poi anche l’attore è un cesso senza muscoli io Goku me lo immagino tipo un figo muscoloso di sicuro non uno scemo del genere..poi anche Chichi l’hanno fatta sembrare una scema puttana..e non parliamo del nonno di Goku molto piu vecchio del suo maestro bleah…un film veramente orribile..e fatto senza impegno si vede che gli sceneggiatori non erano dei fan del manga..cmq W Dragon Ball 4 ever

  7. personaggi che non c’entrano un piffero con la storia,le kame hame ha sembravano i fumi per gli effetti pirotecnici, oozaru sembrava un pokemon, piccolo si era messo la maschera di bellezza alle zucchine!ma per favore!!!dragon ball è una leggenda per la generazione a cui appartengo e lo può essere x le future! e spero che il nuovo film ci faccia provare emozioni come il manga!!e per favore cambiate personaggi, i power rangers non sono più di moda!ps:goku ha la coda e non è un discepolo di piccolo e si trasforma con la luna piena!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>