CineMadeInLazio

di Enrico.Nanni Commenta

Vi invito oggi a tornare ad essere, per un momento, molto italiani, e a recarvi di corsa alla terza edizione di Cinemamadeinlazio. Si tratta di una gustosa rassegna, peraltro giovanissima, che avrà luogo dal 19 al 27 Settembre, in cui avremo occasione di vederne delle belle.

Il festival è dedicato a un grande territorio di cinema, il Lazio, i cui paesaggi, raccontati dalla settima arte, hanno nutrito la nostra visione del mondo, la nostra storia e la cultura di milioni di spettatori.

Il festival è organizzato dall’Associazione Culturale La Fornace, e in questa terza edizione si snodano due differenti competizioni di film, i cui vincitori saranno decretati da una giuria popolare: LungoLazio, dedicato ai lungometraggi, e Doc&CortoLazio, dedicato invece ai cortomeraggi ed ai documentari; semplice e schietto.

L’ingresso alla manifestazione e agli eventi della stessa è assolutamente ibero, quindi non abbiamo veramente scuse per non andarci; e poi pensate a quando tra quarant’anni, quando (e soprattutto se) la manifestazione sarà diventata il fulcro dei festival cinematografici mondiali, potrete raccontare di aver assistito alle prime edizioni.

Da buon festival che si rispetti, CineMadeInLazio non ci porta “solo” cortometraggi e lungometraggi: la manifestazione è caratterizzata da tutta una serie di iniziative parallele.

Tra queste troviamo: le Lectio Magistralis tenute da protagonisti del cinema strettamente romano, confronti e dibattiti tra gli esponenti delle diverse discipline del fare cinema, musicisti, scrittori e registi.

E ancora le proiezioni in piazza, con ospiti di film significativi della stagione ambientati nel Lazio, anticipazioni di film in lavorazione, accompagnate dagli autori nella serata MakingInLazio, il Laziowood visto da un regista internazionale che ha realizzato un film nel Lazio.

Dopo l’evento di apertura, lo spettacolo Io di Flavia Mastrella e Antonio Rezza, avverrà la proiezione di Che cosa sono le nuvole di Pier Paolo Pasolini con Ninetto Davoli.

Vedremo film come Questa Notte è ancora nostra di Genovese/Miniero, Riprendimi di Anna Negri e Caos Calmo di Antonello Gr imaldi, ma anche la rassegna di audiovisivi dal titolo fastidioso, Escoriandoli, di Flavia Mastrella e Antonio Rezza.

Numerose altre proiezioni ed eventi troveranno il loro culmine il 27 Settembre, giorno di congedi e di premiazioni, con annesse proiezioni, accompagnate da una serie di interessanti anteprime dei film in lavorazione nel Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>