Che fine hanno fatto i Morgan?, recensione

di Pietro Ferraro 2

Paul e Mary Morgan (Hugh Grant e Sarah Jessica Parker) sono una classica coppia newyorchese in carriera, agente immobiliare di grido lei, avvocato lui, il tradimento di Paul con una collega ha portato i Morgan alla separazione, con Mary ferita e delusa  che cerca di andare avanti sognando di adottare un bambino, e il fedigrafo consorte in vena di mea culpa intento a  ricomporre i pezzi di un matrimonio che lui stesso ha mandato in frantumi.

Tampinata dal marito Mary una sera cede e lo incontra in un ristorante, i due  durante al cena sembrano per qualche momento ritrovare un barlume d’intesa, ma il lavoro incombe e un appuntamento di Mary con un cliente porterà entrambi a diventare involontari testimoni di un omicidio, e tanto per rincarare la dose anche ad essere gli unici testimoni oculari del caso, caso che coinvolge un  pericoloso killer prezzolato intenzionato ad eliminare al più presto la coppia.

una volta entrate in scena le autorità la coppia scoppiata si ritroverà in men che non si dica inserita in un programma protezione testimoni, sradicata dalla rassicurante e caotica location cittadina, e catapultata nel rustico Wyoming tra cavalli, orsi e rudi cowboy, sotto la custodia di uno sceriffo e della sua compagna.

Dopo qualche fisiologico momento di assestamento i due troveranno l’occasione per ritrovarsi e chiarirsi, ma una leggerezza di Mary violerà le rigide regole del programma di protezione, mettendo la coppia di nuovo  in pericolo.

Sulla carta Che fine hanno fatto i Morgan? sembrava l’ennesima occasione per godersi una comedy romance all’insegna del disimpegno e con una coppia inedita e ricca di appeal come la Sarah Jessica Parker del cult tv Sex and the City, e Hugh Grant la cui vis comico-ironica raramente ci ha deluso.

Aggiungiamoci il classico, ma funzionale escamotage dei nevrotici cittadini tout-court alle prese con natura e ritmi da campagnoli, ricetta ben rodata e che tra gli episodi più riusciti vede In ricchezza e in povertà con la coppia Tim Allen/Kirstie Alley e il recente New in town con Renée Zellweger.

Purtroppo una volta miscelato il tutto e messo su schermo, questa promettente ricetta si spegne in una piatta comedy con una coppia di protagonisti dalla vis comica troppo simile ed uno script che sciorina luoghi comuni e gag che lasciano davvero perplessi. per non parlare del lato thriller/poliziesco che ha fatto la differenza in film come Un poliziotto alla elementari o Miss detective e che dovrebbe contaminare e fare da contrappunto alla parte comedy, che in questo caso risulta  praticamente inesistente.

Che fine hanno fatto i Morgan? si rivela una delusione su tutta la linea, il film scivola via senza lasciar traccia, tra un sorriso tirato via e qualche sbadiglio. Senza alcun dubbio  la peggior performance di mr. Grant in assoluto, peccato perchè in altre occasioni l’attore aveva saputo risollevare le sorti di script non brillantissimi, ma stavolta visto il materiale a disposizione c’è stato ben poco da fare.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>