Berlino 2011, al festival anche gli italiani Qualunquemente e Gianni e le donne

di Pietro Ferraro 2

Dopo la brutta notizia che nessuna pellicola italiana parteciperà in concorso all’imminente Festival di Berlino 2011 (10- 20 febbraio), quest’oggi un paio di news rincuoranti visto che sono state ufficialmente selezionate per la rassegna due pellicole italiane, le comedy Qualunquemente di Giulio Manfredonia con protagonista Antonio Albanese alias Cetto La Qualunque e Gianni e le donne, opera seconda del regista Gianni Di Gregorio.

Per l’accoppiata Albanese/Manfredonia, il cui film ricordiamo sarà nelle sale dal 21 gennaio (QUI la nostra recensione in anteprima), è un bel colpo poter fruire anche se fuori concorso di una così prestigiosa vetrina internazionale, oltretutto per la Fandango questo è il secondo film presente a Berlino di cui curerà la distribuzione, l’altro è The forgiveness of Blood nuova pellicola per l’indipendente Joshua Marston regista dell’acclamato Maria Full of Grace.

Per lo scengegiatore di Gomorra Gianni Di Gregorio invece dopo l’exploit della sua opera prima Pranzo di Ferragosto che gli fece guadagnare una serie di premi come miglior cineasta esordiente, un’altra prestigiosa vetrina internazionale dopo quella della Mostra del cinema di Venezia nel 2008, a Berlino Di Gregorio presenta la sua nuova commedia Gianni e le donne che verrà distribuita nelle sale da 01 l’11 febbraio 2011.

Commenti (2)

  1. Tanto ci faranno perdere, perché una buona parte dei tedeschi (non tutti) rosicano sempre quando sono in concorrenza con noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>