An American Carol: abbasso il 4 Luglio!

di Enrico.Nanni Commenta

David Zucker ci offre un film dalla trama originale. Il protagonista è l’attivista di sinistra e filmmaker Michael Malone (non ci sarà per caso qualche riferimento a Michael Moore?), impegnato nel tentativo di abolire la celebrazione del 4 Luglio.

L’argomentazione? Il passato degli Americani è offensivo, quindi non ha senso celebrarlo. Non fa una piega. A tentare di riportarlo sulla retta via, arrivano tre fantasmi; si, tre fantasmi, avete letto bene. Non si tratta però di fantasmi qualunque.

Si tratta di George Washington, il Generale Patton, e John F. Kennedy, che cercano di fargli rivedere la sua opinione sull’America. Riusciranno nell’intento i tre importanti estinti?

Le argomentazioni sono molto americane; i tre cercano di mostrare a Malone che la guerra a volte è necessaria, gli mostrano un mondo in cui la schiavitù esiste ancora, proprio a causa di una guerra che non è mai avvenuta; argomentazioni pragmatiche, a quanto pare.

An American Carol è interpretato da Kevin P. Farley, Kelsey Grammer, Serdar Kalsin, Geoffrey Arend, Robert Davi, Trace Adkins, Chriss Anglin, Travis Schuldt, Kaleigh Kennedy, Nikki Deloach ed è prodotto negli USA e scritto da Myrna Sokoloff e dallo stesso Zucker. Attendiamo con ansia.

Trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>