Alessandro Gassman: storia di un figlio d’arte

di Pietro Ferraro 4

Alessandro Gassman nasce a Roma il 24 Febbraio 1965, figlio del grande Vittorio Gassman, nonostante la pesante eredità paterna il giovane Alessandro si butta anima e corpo nella recitazione, studiando per due anni alla Bottega teatrale di firenze, fino al suo debutto sul grande schermo nel 1982 proprio accanto al padre, nella biopic sulla famiglia Gassman Di padre in figlio, seguito dal nostalgico sequel I soliti ignoti vent’anni dopo (1985).

Dopo il primo ruolo importante ne La monaca di monza-eccessi, misfatti e delitti (1987), una serie di commedie, Quando eravamo repressi (1992), Uomini senza donne (1996), e Facciamo fiesta (1997) in quest’ultima recita accanto al collega e amico Gianmarco Tognazzi.

Nel 1997 Ferzan Ozpetek lo vuole nel suo esordio alla regia con Hamam-il bagno turco, poi è la volta di Alessandro Benvenuti per il corale I miei più cari amici (1998), e Giulio Base per il suo divertente La bomba (1999), seguito dalla sorprendente commedia Teste di cocco (2000) ancora in coppia con l’amico Tognazzi.

Ruolo ambiguo ne I banchieri di Dio (2002), fumettoso villain nel rocambolesco sequel Transporter extreme (2005), cui faranno seguito il dramma corale Non prendere impegni stasera (2006), il pluripremiato Caos calmo (2007), ed il surreale Il seme della discordia (2008) di Pappi Corsicato. Lo vedremo presto ne Il compleanno accanto a Valeria Golino, e dal 6 febbraio 2009 sarà nelle sale con la commedia più attesa del nuovo anno, Ex di Fausto Brizzi.

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>