Addio a Giorgio Faletti, artista poliedrico

di Cinemaniaco Commenta

Lo avevamo visto non molto tempo fa, nella sua indimenticabile performance nel ruolo del severo professore soprannominato dagli studenti “la carogna” in “Notte prima degli esami”, film di Fausto Brizzi del 2006. Per questo film, Giorgio Faletti ottenne anche un David di Donatello come Miglior Attore non protagonista. L’attore, scrittore e cantante se n’è andato a soli 63, a causa di un tumore.

In quel film c’era anche Nicolas Vaporidis, lo studente che più di tutti soffriva il caratteraccio di quel tremendo professore. La coppia Faletti-Vaporidis si ripete in “Cemento Armato”, film del 2007 di Marco Martani, in cui Faletti è il “Primario” ovvero un boss della malavita.

Lo rivediamo poi nel 2009 in “Baarìa” di Giuseppe Tornatore e poi nei panni di un sindacalista ne “Il sorteggio” di Giacomo Campiotti.

Ruoli “seri” per così dire, che si contrappongono a quelli da esilarante comico da cabaret, ruolo in cui esordì nel mondo dello spettacolo negli Ottanta, raggiungendo il successo con Drive In.

Da lì però, la sua vita è stata un continuo mutare pelle, fino a che, negli anni 2000 la sua vena da paroliere si fa sentire sempre più insistentemente, regalandogli un’ulteriore carriera di successo come scrittore di thriller, di cui ricordiamo il suo best-seller “Io Uccido”.

Ecco una scena da Notte prima degli esami

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>