10 case da horror

di Pietro Ferraro 3

Per la rubrica horror oggi stiliamo una classifica molto particolare, ci occupiamo delle case piu spaventose e naturalmente infestate del grande schermo. un filone a se stante con una corposa filmografia, non parleremo solo di titoli espliciti, ma anche di film che fanno di case, baite e ville  fulcro della trama e di attività sovrannaturali.

Dopo il salto dieci titoli che secondo noi meglio rappresentano questo intrigante filone particolarmente profilico, naturalmente aspettiamo le vostre segnalazioni e location preferite.

1-AMITYVILLE HORROR di Stuart Rosenberg (USA, 1979)

La casa infestata per antonomasia, la saga cinematografica composta da 7 sequel piu un remake è ispirata ad un vero fatto di cronaca, l’efferato massacro di Amityville avvenuto nel 1974.

2-LA CASA di Sam Raimi (USA,1981)

In realtà si tratta di una baita e il titolo è Evil Dead,  ma la claustrofobica e isolata  location con tanto di inquietante cantina è da antologia.

3-INFERNO dii Dario Argento (Italia, 1980)

Una delle case edificate per Le Tre Madri, un antico palazzo di New York e una inquilina molto particolare, citofonare Mater Tenebrarum.

4-THE ORPHANAGE di Juan Antonio Bayona  (Messico,/Spagna/ Francia, 2007)

Un vecchio orfanotrofio, un bambino scomparso e un’inquietante presenza.

5- THE OTHERS di Alejandro Amenabar (USA/Spagna/Francia, 2001)

Una madre sola con due bambini alle prese con strane e inquietanti presenze.

6-I TREDICI SPETTRI di Steve Beck (USA, 2001)

Remake hi-tech con un’intrigante casa trasparente con fantasmi e architettura esoterica.

7-HAUNTING-PRESENZE di Jan de Bont (USA,1999)

Grande sfarzo scenografico per un film non tanto memorabile quanto l’immensa location.

8-IL MISTERO DELLA CASA SULLA COLLINA di William Malone (USA, 1999)

Una scommessa, passare la notte in un ex-manicomio ora villa di un eccentrico miliardario.

9-Il MESSAGGERO di Peter Cornwell (USA,2009)

Una storia vera e una casa infestata ex-camera mortuaria.

10-DARKNESS di Jaume Balaguerò (USA/SPagna, 2002)

Bambini sacrificati, inquietanti presenze  e una casa fulcro dell’oscurità.


Commenti (3)

  1. Ottima classifica, però la casa del buon Norman Bates sulla collinetta vicina al piccolo motel bates, da cui la cara mamma si affacciava alla finestra, avrebbe meritato sicuramente un posticino.
    Capisco la differenze fra case infestate da presenze oscure, fantasmi e quant’altro, e una casa infestata solo da un’aziana un pò arcigna ma per indiscussi meriti, la casa di Norman merita sempre una citazione…al limite ci vorrebbe una classifica “le 10 case più sinistre” 🙂
    Ip

  2. @ Ipercritico:
    Sono stato tentato, ma l’inserimento di casa Bates con mamma impagliata avrebbe stonato appunto come hai sottolineato, con la tematica sovrannaturale, sarebbe stata una forzatura, l’abbiamo comunque citata in coda ai commenti, e le troveremo uno spazio magari in una prossima classifica, che so location da thriller 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>