Weekend al cinema: Quantum of solace e altri sette titoli

di Diego Odello Commenta

Il weekend che ci apprestiamo a vivere è uno dei più importanti di fine anno, più che altro perché esce l’attesissimo nuovo film di James Bond, Quantum of Solace (di cui potete leggere in anteprima la recensione).

Contro di lui è difficile che qualcuno possa spuntarla. Ci proveranno, ma è una missione impossibile, l’horror vietato ai minori, Frontiers e l’acclamato drammatico di Arriaga, The Burning Plain.

Delle altre pellicole che esordiscono stasera, seppur con una distribuzione ridotta, ben tre sono italiane (Un gioco da ragazze, Un altro pianeta e Il pugile e la ballerina), mentre le altre, che difficilmente avranno un gran seguito di pubblico sono il documentario Deep Water e il film d’animazione tedesco Tiffany e i tre briganti.

Vediamo insieme, nel dettaglio, i film di questa settimana:

Deep Water – La folle regata (Documentario/Sportivo, diretto da Louise Osmond, Jerry Rothwell, con Jean Badin, Clare Crowhurst, Donald Crowhurst, Simon Crowhurst, Santiago Franchessie): nel 1968, Donald Crowhurst, navigatore dilettante, partecipò alla prima gara di vela in solitario intorno al mondo.

Frontiers – Ai confini dell’inferno (Horror, diretto da Xavier Gens, con Karina Testa, Aurélien Wiik, Patrick Ligardes, David Saracino, Maud Forget, Samuel Le Bihan, Chems Dahmani): quattro amici fuggono dalla periferia di Parigi per andare ad Amsterdam e far abortire Jasmine, ma prima di arrivare al confine si fermano in un ostello, abitato da una particolare famiglia, comandato da un nazista. Film vietato ai minori di 18 anni.

Il pugile e la ballerina (Drammatico, diretto da Francesco Suriano, con Marcello Mazzarella, Enzo Mazzarella, Fabio Mattei, Peppino Mazzotta, Lena Reichmuth): il film raccontano due storie quella di Enzo, critico d’arte gay e Fabio pugile fallito, che vivono insieme a Roma e quello di Osho e Carletto, due truffatori, che si spacciano per poliziotti. Storie di solitudine maschili.

Quantum of Solace (Azione/Spionaggio, diretto da Marc Forster, con Daniel Craig, Judi Dench, Olga Kurylenko, Giancarlo Giannini, Jesper Christensen, Mathieu Amalric, Gemma Arterton): nuovo capitolo della saga di James Bond. L’agente segreto più famoso del mondo roso dalla voglia di vendicarsi degli assassini di Vesper, questa volta, è alle prese con una organizzazione segreta, che sta preparando un colpo di stato in Bolivia. Dietro, però c’è di più, molto di più.

The Burning Plain (Drammatico, diretto da Guillermo Arriaga, con Charlize Theron, Jennifer Lawrence, Kim Basinger, Joaquim de Almeida, Danny Pino, Diego J. Torres): Sylvia, gestrice di un ristorante a Portland, cerca di ricostruire il suo rapporto con Gina, la madre. Primo film dello sceneggiatore Guillermo Arriaga.

Tiffany e i tre briganti (Film d’animazione, diretto da Hayo Freitag): Tiffany è una piccola bambina a cui sono morti i genitori che, mentre si sta recando all’orfanotrofio, viene rapita da tre banditi perché, pur di evitare quel luogo si spaccia per la ricca figlia di un Mahraja a cui poter chiedere il riscatto. Ben presto verrà fuori la verità.

Un altro pianeta (Drammatico, diretto da Stefano Tummolini, con Antonio Merone, Lucia Mascino, Francesco Grifoni, Chiara Francini, Tiziana Avarista, Saschat, Francesco Zecca): in una mattina d’estate Salvatore, un poliziotto, che si è appena lasciato con il proprio compagno, vive una particolare giornata con un gruppo di giovani ragazzi e ragazze, in una spiaggia romana frequentata da omossessuali.

Un gioco da ragazze (Drammatico, diretto da Matteo Rovere, con Filippo Nigro, Chiara Chiti, Desiree Noferini, Nadir Caselli, Valentina Carnelutti, Valeria Milillo):un gruppo di ragazzine diciassettenni dell’alta società, Elena, Michela, Alice e Livia, annoiandosi, decidono di divertirsi a sedurre i ragazzi. L’ultima preda è il professore della scuola. Vietato ai minori di 14 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>