Top Gun Maverick: Tom Cruise torna a volare

di Kino Commenta

 

Top Gun: Maverick è il sequel dell’iconico film “Top Gun” del 1986, pellicola americana per antonomasia, che si basa su un tessuto schematico preciso, patria, coraggio, libertà. Elemento cardine della maggior parte dei film d’oltreoceano, che sono diventati dei capolavori, pietre miliari del cinema internazionale. In Top Gun dell’86, il protagonista è un pilota di caccia, ribelle ed anarchico, coraggioso e sfrontato. E’ un appassionato di aerei e moto, di cui colleziona pezzi unici. Pete Mitchell, da tutti chiamato Maverick, viene scelto per una missione, anche nel sequel del film. Due volte protagonista, torna alla guida del suo caccia, a capo di una squadra di cui sarà il comandante.

 

Dopo 36 lunghi anni, Maverick è rimasto lo stesso: encomi e riconoscimenti appuntati alla sua giacca, ma nessuna promozione. Lui stesso ha scelto di evitarla, restando cosi solo un tenente, possibilità che costituisce il lasciapassare per il cielo, senza il quale non riuscirebbe a vivere. Maverick, viene scelto per guidare una missione segreta: il suo ruolo sarà quello di addestrare una squadra di piloti, scelti tra i migliori Top Gun, che dovranno colpire e demolire un deposito di uranio arricchito che si trova posto in una gola dotata di potentissimi sistemi antiaerei. E’ una missione suicida, che però viene intrapresa, nonostante i rischi.

 

Nel tornare alla base per l’addestramento della squadra di piloti, Maverick, incontrerà il tenente Bradley Bradshaw, figlio del migliore amico di Mavferick, morto durante un addestramento. E’ questo il primo nodo della storia, e il primo reale collegamento con il Top Gun dell’86. Maverick non ha mai elaborato quel lutto e porta con sé una serie di tormenti cosi come il figlio, che non ha mai elaborato la morte di suo padre. Il rapporto tra i due, sarà la chiave dell’elaborazione di questa perdita, e un perfetto legame con il tessuto della storia. Maverick, rincontrerà anche Penny, la sua fiamma: Penny è una donna libera e indipendente, che decide di salire a bordo di uno di quei caccia, prendendo parte alla missione. Altro ritorno è quello di Iceman, interpretato da Val Kilmer.

 

Il coraggio, è il cuore pulsante della storia. Forte è la tematica del ritorno e della riconciliazione con se stessi. Lo stesso Tom Cruise, attore e produttore del film, ha dichiarato che questo sequel era necessario per diversi aspetti. E’ stato rispettato pienamente lo stile di Tony Scott, regista del primo Top Gun, venuto a mancare nel 2012. La colonna sonora, “Take my Breayh away” vincitrice di un Oscar, ora è sostituita da “Hold my hand” di Lady Gaga.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>