Nostalgia, il film di Mario Martone, a Cannes 2022

di Kino Commenta

“Nostalgia”, è il film drammatico firmato dal regista Mario Martone. La pellicola, sarà presentata alla settantacinquesima edizione del festival di Cannes, la quarta, dopo “L’amore molesto”, “Teatro di Guerra”, “L’odore del sangue”. Nostalgia, è un film ispirato all’omonimo romanzo di Ermanno Rea, scrittore, giornalista e fotoreporter napoletano, vincitore di diversi premi, tra cui il “Premo Viareggio” e il “Premio Napoli” e diverse volte finalista per il premio “Strega”.

 

Il romanzo è un racconto nostalgico, accorato, in cui si mescolano i sapori della terra natìa, gli odori dei ricordi, ad un presente che non riesce a sviscerare il passato. Felice Losco, -interpretato da Pierfrancesco Favino, ritorna dopo quarant’anni a Napoli, per accudire sua madre, in fin di vita. La accompagna con amorevole pazienza, fino alla fine dei suoi giorni. E’ questo evento che cambia i suoi piani riportandolo indietro: Felice sceglie di non tornare al Cairo, dove l’aspetta la sua compagna; sceglie di restare a Napoli, per confrontarsi con il suo passato. E’ nei corridoi dell’ospedale che Felice inizia a parlare della sua storia con un medico, e successivamente a Don Luigi Rega, prete all’avanguardia e combattivo.

 

Aveva diciassette anni, quando sfrecciava con la sua Gilera, insieme al suo amico Oreste, detto ‘O Malommo. I due erano legati da una profonda amicizia, basata su una fiducia reciproca assoluta. Per i vicoli di Napoli, facevano piccoli scippi, e si divertivano a sfuggire alla legge, dandosela a gambe. Finchè un giorno, Oreste compie un omicidio a danno di un usuraio, sfondandogli la testa. Felice è sotto choc, ma non tradisce l’amico. Per allontanarsi da questa faccenda, suo zio, lo porta a Beirut con sé, dove il giovane si rifarà una vita.

 

Il suo ritorno a Napoli però, lo porta a cercare di nuovo Oreste e al loro passato. E Oreste lo aspetta, perché a Napoli, non esiste riscatto, e il dolore, è un macigno che distrugge i sentimenti e li schiaccia. Questo confronto, è il cuore pulsante di tutto il film, e mette a confronto il passato e il presente, la delinquenza e l’espiazione, il dolore e la pace.

Il film è stato distribuito e prodotto dalla Medusa Film. Sceneggiato da Martone e Ippolita di Majo che hanno curato diversi altri capolavori, tra cui, Qui rido io, Capri Revolution, Il Giovane Favoloso, e diversi altri capolavori. Nostalgia, sarà nelle sale cinematografiche dal 25 maggio 2022, per emozionare con la sua storia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>