Guardia guardia scelta brigadiere e maresciallo, La spina del diavolo, Pensieri pericolosi, Femmine contro maschi, Superman Returns, I miserabili, Inviati molto speciali, Il grande safari, Drago D’Acciaio, stasera in tv

Inizia la primavera e la televisione fa le cose in grande. Un giovedì sera da ricordare, grazie all’offerta cinematografica dei vari canali televisivi. Continua la rassegna di omaggi ad Alberto Sordi con “Guardia guardia scelta brigadiere e maresciallo“. Per i più ‘giovani’ arriva “Femmine contro maschi“. Gli amanti dei supereroi avranno pane per i loro denti con “Superman Returns“. Questo e molto altro questa sera sul piccolo schermo.

Box Office 25-27 febbraio 2011: Manuale d’amore 3 primo in Italia, Gnomeo e Giulietta negli USA

La situazione italiana. Nell’ultimo weekend di febbraio Manuale d’amore 3 esordisce in testa agli incassi del boxe office con 2,9 milioni di euro: la cifra, nonostante sia alta, non è proprio esaltante, vista la massiccia copertura mediatica riservata al film (con tanto di partecipazione a Sanremo di Monica Bellucci e Robert De Niro) e dato il numeri di sale in cui è uscito. Rispetto al secondo capitolo, il film ha incassato la metà e la media per sala (4.400 €) fa pensare che difficilmente riuscirà a raggiungere i 19 milioni di euro del suo predecessore. Alle spalle della commedia italiana si collocano: Il Cigno Nero, secondo con 991mila euro (2,6 milioni totali), Amore e altri rimedi, terzo con 800mila euro (2,55 milioni totali), Il grinta, quarto con 703mila euro (2,17 milioni totali) e Femmine contro maschi, quinto con 655mila euro (10,87 milioni totali). Le altre novità: esordisce al sesto posto, con 643mila euro Unknown – Senza Identità; 127 Ore è ottavo con 320mila euro; Shelter – Identità paranormali è tredicesimo con 186mila euro; Ladri di cadaveri è quattordicesimo con 101mila euro. Altro: Il discorso del re, fresco trionfatore agli Oscar 2011, con i 483mila euro incassati supera quota 5 milioni totali.

La situazione americana. Nel weekend degli Oscar, va in testa alla classifica nientemeno che Gnomeo e Giulietta: il film d’animazione della Disney si porta a casa 14,2 milioni al terzo weekend (75,1 milioni di dollari totali) e batte tutte le nuove uscite. A seguire troviamo Libera Uscita (Hall Pass), malamente secondo (visto il cast che ha a disposizione) con 13,4 milioni di dollari (costato 35 milioni di dollari), Unknown – Senza Identità, terzo con 12,4 milioni di dollari (42,8 milioni totali e ne è costato 30), Mia moglie per finta, quarto con 11,1 milioni di dollari (79,35 milioni totali) e Sono il numero quattro, quinto con 11 milioni (37,74 totali). Altro: Il discorso del re, settimo con 7,6 milioni di dollari tocca quota 114,5 milioni; Drive Angry 3D floppa esordendo in nona posizione con soli 5,1 milioni di dollari; Il cigno nero racimola 1,35 milioni e porta il suo totale a 103,5 in patria (225 in tutto il mondo ed è costato solo 15 milioni); Il grinta con 1,9 milioni arriva a quota 167,1 milioni totali in patria (214 in tutto il mondo).

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Box Office 18-20 febbraio 2011: Femmine contro maschi primo in Italia, Unknown Senza Identità vince negli USA

La situazione italiana. Il weekend viene vinto nuovamente da Femmine contro maschi: la commedia italiana, con gli 1,33 milioni di euro incassati, raggiunge quota 9,85 milioni totali (due milioni in meno del precedente capitolo). Alle sue spalle si mettono in fila, con ottimi risultati: Amore e altri rimedi, secondo con 1,27 milioni, Il cigno nero, terzo con 1,09 milioni di euro (e miglior media settimanale con 4.276 € a copia), Il grinta, quarto con 1,04 milioni e Sanctum 3D, quinto con 712mila euro. Le altre novità: male Sono il numero quattro, ottavo con 526mila euro (e media per sala di poco più di duemila euro); Il padre e lo straniero incassa 71mila euro, The Shock Labyrinth 3D 68mila euro, Come lo sai 64mila euro, Un gelido inverno 58mila euro (ma la media per sala è di più di 2700 euro). Gli altri film: Immaturi con 690mila euro, che gli permettono di posizionarsi in sesta posizione, tocca quota 14,17 milioni totali; Il discorso del re, con altri 563mila euro, supera i 4,3 milioni totali.

La situazione americana. Il particolare weekend cinematografico, che regala cinque film distanziati al massimo da 4 milioni di dollari, vede trionfare Unknown – Senza Identità con 21,77 milioni di dollari. Il film con Liam Neeson ha la meglio, grazie alla miglior media per sala (7.154$), su un’altra novità della settimana, Sono il numero quattro, che si piazza in seconda posizione con 19,5 milioni e batte di un soffio l’ottimo e confermatissimo Gnomeo e Giulietta, terzo con 19,4 milioni (50,4 totali). Scende in quarta posizione, con 18,2 milioni di dollari incassati (60,7 totali), Mia moglie per finta. Alle sue spalle troviamo Big Mommas: Like Father, Like son, quinto con 17 milioni di dollari, e il leader di sette giorni fa, Justin Bieber: Never Say Never, sesto con 13,6 milioni (48,47 totali). Altro: Il discorso del re, settimo con 6,56 milioni di dollari, sfonda il muro dei 100 milioni (103,278 per esattezza).

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Box Office 11-13 febbraio 2011: Femmine contro maschi ancora primo in Italia, Mia moglie per finta batte di poco Justin Bieber negli USA

La situazione italiana. Femmine contro Maschi si conferma in testa alla classifica del box office nostrano grazie ai 2,47 milioni di euro incassati (7,7 milioni totali). Alle sue spalle si accodano Sanctum, secondo con 1,27 milioni di euro (miglior media per sala con oltre 4000 euro, grazie anche al sovrapprezzo del 3D), Immaturi, terzo con 1,11 milioni di euro (13 milioni totali), I fantastici viaggi di Gulliver, quarto con 806mila euro (2,14 milioni totali) e Il discorso del re, quinto con 800mila euro (3,48 milioni totali). Gli altri: esordisce in ottava posizione Gianni e le donne con 333mila euro, davanti a Burlesque, nono con 314mila euro, e Il truffacuori, decimo con 285mila euro; fuori dal podio Rabbit Hole, con 102mila euro, Into Paradiso con 43mila euro e Senna, con 10mila euro. Qualunquemente con i 729mila euro di questa settimana sfonda la barriera dei 15 milioni totali.

La situazione americana. Questo weekend la sfida al box office si è contraddistinta per il testa a testa tra Mia moglie per finta, vincitore con 31 milioni di euro, e Justin Bieber: Never Say Never, secondo con 30,2 milioni di euro (in media con gli incassi del film concerto di Hanna Montana e nettamente superiore agli introiti del concerto 3D dei Jonas Brothers). A seguire troviamo: Gnomeo e Giulietta, terzo con 25,5 milioni di dollari e miglior esordio di un film d’animazione a gennaio e febbraio; The Eagle, quarto con 8,6 milioni di dollari; The Roommate, leader di settimana scorsa, quinto con 8,4 milioni di dollari (26,1 milioni totali). Gli altri: Il discorso del re, sesto con 7,4 milioni, sfiora i 94 milioni totali; Il Grinta con i 3,77 milioni di dollari di questo weekend sfonda il muro dei 160 milioni totali; Cigno nero – Black Swan si avvicina ai cento milioni totali.

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Femmine contro Maschi, la colonna sonora

E’ nelle sale dal 4 febbraio la comedy corale di Fausto Brizzi Femmine contro Maschi, secondo capitolo del dittico dedicato all’eterna guerra dei sessi in bilico tra amore, tradimento, famiglia e matrimonio messa in scena con una corposa e sana dose di ironia.

Oggi vi proponiamo la doppia compilation dedicata della ricca colonna sonora che nel  primo capitolo, Maschi contro Femmine vedeva un inedito scritto appositamente per il film da Francesco Baccini, mentre in questo secondo schiera il brano Vuoto a perdere scritto per Noemi da Vasco Rossi.

Subito dopo il salto 30 brani tra nostalgiche incursioni anni ’80, evergreen, hit fresche di classifica e le composizioni del veterano Bruno Zambrini che si è occupato della parte strumentale della colonna sonora. Buon ascolto.

Box Office 4-6 febbraio 2011: Femmine contro maschi primo in Italia, The Roommate in testa negli USA

La situazione italiana. Continua il periodo d’oro delle commedie nostrane: questa settimana Femmine contro Maschi esordisce in testa alla classifica incassando 3,84 milioni di euro (3,9 totali), spodestando Qualunquemente, terzo con 1,55 milioni di euro (13,91 totali). Il film con Antonio Albanese viene superato anche da Immaturi, secondo con 1,81 milioni di euro (11,35 totali). La prima pellicola straniera è I fantastici viaggi di Gulliver, quarto con 1 milione di euro grazie al sovrapprezzo del 3D. Alle sue spalle troviamo Il discorso del re, che perde pochissimo rispetto a sette giorni fa e che, grazie alla seconda media più alta della settimana (4.510 €) si colloca al quinto posto con 928mila euro (2,3 milioni totali), e Parto col folle, sesto con 739mila euro (2,69 milioni totali). In settima posizione resiste Che bella giornata con 666mila euro (42,77 milioni totali). Le altre novità: Another Year è decimo con 177mila euro, mentre Biutiful racimola 98mila euro.

La situazione americana. Nel weekend del Super Bowl vince, con una media per sala non eccelsa, The Roommate, grazie ai 15,6 milioni di dollari incassati (ma ha già coperto i 15 milioni di costi). Alle sue spalle troviamo l’altra release settimanale, Sanctum 3D, secondo con 9,22 milioni di dollari (deludente, visti i 30 spesi), Amici, amanti e…, terzo con 8,4 milioni di dollari (51,7 milioni totali, già più del doppio di quanti ne è costato), Il discorso del re, quarto e in risalita con 8,3 milioni di dollari (84,1 milioni totali), e The Green Hornet, quinto con 6,1 milioni di dollari (87,2 totali e ne è costati ben 120). Il rito, leader della settimana scorsa, è sesto, con 5,6 milioni di dollari (23,6 totali). Scivola anche The Mechanic, settimo con 5,3 milioni di dollari (20 milioni totali), mentre regge Il grinta, settimo, che si porta a casa ancora 4,75 milioni di dollari (155 milioni totali!). Cigno Nero – Black Swan, decimo con 3,4 milioni di dollari, si avvicina a quota 100 milioni totali (adesso è a 95,88) e si piazza alle spalle di The dilemma, nono, con 3,44 milioni (ma solo 45,7 totali quando ne è costati 70).

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Femmine contro Maschi, recensione

Venere vs. Marte atto secondo: Anna (Luciana Littizzetto) è una moglie frustrata che vorrebbe un marito ideale e invece si ritrova coniugata con Antonio (Emilio Solfrizzi),  bifolco, fedifrago e tifoso sfegatato di calcio, insomma un vero incubo per qualunque moglie-casalinga media itaiana, ma un bel giorno il fato e un bel lato B contribuiscono ad azzerare la memoria di Antonio che si ritrova così senza più ricordi posteriori alla sua maturità, festa grande in famiglia perchè Anna deciderà di resettarlo e trasformarlo nel marito ideale sempre sognato.

Marcello (Claudio Bisio) è un chirurgo plastico con mamma ottantenne (Wilma De Angelis) a cui ha fatto sempre credere di avere una bella famigliola felice quando in realtà con l’ex-moglie Paola (Nancy Brilli) è già da tempo divorziato, anche se la coppia, con la complicità dei due figli, organizza visite periodiche alla mamma/suocera/nonna inscenando un teatrino che purtroppo rischierà di crollare,  quando a causa di un infarto la mammina di Marcello vorrà trasferirsi a vivere da figlio e nuora.

Rocco (Salvatore Ficarra) e Michele (Valentino Picone) inseparabili migliori amici condividono una passione per la musica e i Beatles, i due suonano in una cover band, ma sono contrastati dalle rispettive consorti che non sopportano più l’immaturità dei rispettivi conugi e il loro hobby, le cose si complicheranno ulteriormente quando Rocco, cacciato di casa dalla moglie, mette a repentaglio anche il matrimonio dell’amico infilandosi in casa sua e scombinando il menage della coppia.

Dal 04 febbraio 2011 al cinema: Another Year, Biutiful, I fantastici viaggi di Gulliver, Femmine contro maschi

Nel primo weekend di febbraio 2011 escono nei nostri cinema quattro nuovi titoli: a farla da padrona dovrebbe essere Femmine contro maschi. La commedia italiana dovrebbe riuscire a bissare il successo delle ultime pellicole di genere, che hanno conquistato i botteghini negli ultimi mesi.

Insieme alla commedia di Fausto Brizzi arrivano in sala I fantastici viaggi di Gulliver, commedia 3D americana e i drammatici Another Year e Biutifiul.

Dopo il salto trovate come sempre le sinossi, i cast, le locandine e i link alle nostre recensione dei nuovi film che potrete vedere da oggi.

Femmine contro Maschi, trailer definitivo

E’ stato rilasciato il nuovo trailer di Femmine contro maschi, la commedia diretta da Fausto Brizzi, con Serena Autieri, Claudio Bisio, Nancy Brilli, Luciana Littizzetto, Ficarra, Picone, Lorenzo Cesari, Wilma De Angelis, Emilio Solfrizzi e Francesca Inaudi.

Il film vuole mettere in evidenza, attraverso tre storie differenti, i difetti dell’universo femminile. Il seguito di Maschi contro femmine arriverà in sala il 4 febbraio.

Maschi contro Femmine, due clip della colonna sonora

Il prossimo mercoledì 27 ottobre uscirà nelle sale italiane Maschi contro Femmine comedy corale di Fausto Brizzi, che verrà seguita l’11 febbraio 2011 dallistant-sequel Femmine contro Maschi, seconda pellicola che chiuderà un dittico che esplora con ironia, ma anche con inguaribile romanticismo l’eterno conflitto amoroso Marte-Venere.

Come accaduto con Baciami ancora di Gabriele Muccino, anche il film di Brizzi fruisce di un brano ad hoc che si ispira, titolo compreso, alla controparte in celluloide e anche in questo caso, come accadde per il fortunato brano di Jovanotti, il cantautore genovese Francesco Baccini sforna una potenziale hit di notevole impatto radiofonico.

Femmine contro maschi, trailer

E’ online il primo trailer di Femmine contro maschi il secondo capitolo del film in due parti di Fausto Brizzi (la prima è Maschi contro Femmine ed uscirà il 29 ottobre), interpretata da Ficarra e Picone, Luciana Littizzetto, Claudio Bisio, Fabio De Luigi, Nancy Brilli, Elena Sofia Ricci, Francesco Pannofino, Emilio Solfrizzi, Nicolas Vaporidis e Giorgia Wurth.

Il film uscirà nei cinema il 14 febbraio 2011 e racconterà il rapporto tra i due sessi visto dai maschi.

Medusa: presentato listino 2010-11. 15 titoli italiani e 13 stranieri

Medusa Film

Medusa ha presentato alla stampa il proprio listino composto da 28 titoli, 15 italiani e 13 stranieri, per la stagione 2010-11. La società ha investito 90 milioni di cui 70 destinati al cinema italiani e 20 al cinema internazionale. A questi si aggiungono venti milioni per la promozione e la pubblicità.

Tra i film, commedie italiane e internazionali, film drammatici, fantasy, cinepanettoni, remake e due opere in 3D, mancano le opere prime e dopo due anni viene mandato in soffitta il cinecocomero perché non ha reso come avrebbe dovuto.

Dopo il salto potete leggere la lista completa dei film che Medusa proporrà nel 2010-211: