Maschi contro Femmine, recensione in anteprima

di Pietro Ferraro 6

Quattro storie ci raccontano del quotidiano conflitto tra uomo e donna, eterne schermaglie amorose tra l’amor sacro e il sesso profano, uomini che cedono agli istinti, donne troppo spesso al cuore, i maschi che fanno branco, le donne che che una volta madri troppo spesso non riescono a trovare da subito il giusto equilibrio tra un istinto materno prevaricante e il ruolo di moglie/amante che rischia di venir meno, uomini inesorabilmente immaturi e donne tradite e ferite che faticano ad accettare l’età che incombe.

Walter (Fabio De Luigi) e Monica (Lucia Ocone) sono neo-genitori che si ritrovano a cercare un equilibrio con l’arrivo del loro primo figlio, dopo il parto per alcuni mesi Monica si fa distante, il bimbo imperversa in nottate insonni e Walter allenatore di una squadra di pallavolo femminile in crisi d’astinenza cede alla tentazione di Eva (Giorgia Wurth) una giovane e bella giocatrice della squadra che allena.

Andrea (Nicolas Vaporidis) e Marta (Chiara Francini), etero lui lesbica lei dividono un appartamento con un terzo amico, sono amici per la pelle, confidenti e molto uniti, ma tra loro ci si metterà una sensuale ragazza dalle inclinazioni sessuali un tantinello confuse che sedurrà entrambi scatenando una guerra in casa.

Chiara (Paola Cortellesi) e Diego (Alessandro Preziosi) vicini di casa, infermiera, ecologista e fricchettona lei, sciupafemmine e collezionista di donne e tanga lui, i due si odiano solo all’apparenza, insulti e continui sfottò sono solo l’anticamera di un sentimento che avrà la sua occasione.

In ultimo Nicoletta (Carla Signoris) che affronta la mezz’età con un divorzio dal truce e libertino consorte di una vita e finisce per sfiorare qualche improvvido intervento di chirurgia plastica per lenire i mali di cuore, ma l’amore inaspettato è dietro l’angolo ed ha il volto familiare di un vecchio amico.

Il regista e sceneggiatore Fausto Brizzi torna al racconto corale dopo il divertente e riuscito Ex, stavolta con Maschi contro Femmine il progetto si fa ambizioso e si punta ad un dittico di film che esplora in maniera ironica l’eterna lotta tra universo maschile e femminile, mondi, pensieri e natura tanto diversi da sembrare inconciliabili, quando la realtà e che quasi sempre si rivelano l’uno complemento dell’altro.

Il film di Brizzi è una piacevole carrellata ironica e romantica su storie che si sfiorano, ma non arrivano mai ad incrociarsi, anche se i personaggi sono tutti legati in qualche modo tra di loro,  parti comunque di un grande quadro d’insieme che è lo scorrere della vita.

Maschi contro Femmine è perfettamente in tono con il precedente Ex, anche se più fumettoso, meno cinico e decisamente più morbido nel tratteggiare vizi e difetti dell’essere umano, ma sempre dotato di una scrittura tanto leggera e divertita da regalare buonumore e qualche incursione romantica senza che nulla e nessuno risulti fuori posto o fuori parte.

Menzione speciale per i Maschi ad Alessandro Preziosi che dopo l’intensa performance di Mine vaganti ci regala un personaggio davvero azzeccato e a Fabio De Luigi, la parte del fedifrago tra il maldestro e il sornione gli calza davvero a pennello, mentre per le Femmine un plauso ad una strepitosa Paola Cortellesi che regala i momenti piu esilaranti e alla fascinosa Carla Signoris autoironica, credibile e con un filo di malinconia negli occhi che dona la suo personaggio un’aria irresistibile tra il fantozziano e il seducente.

Nelle sale dal 29 0ttobre 2010.

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>