Il giorno di “Lincoln” è arrivato: un video per ripercorrere le fasi salienti della sua lotta alla schiavitù

Il gran giorno è arrivato. Oggi, 24 gennaio, esce nelle sale cinematografiche italiane “Lincoln“, nuovo film di Steven Spielberg, che vanta la candidatura a ben 12 Premi Oscar, tra i quali miglior film e miglior regia.

Interpretato da un immenso Daniel Day-Lewis, Sally Field, David Strathairn, Joseph Gordon-Levitt, James Spader, Hal Holbrook e Tommy Lee Jones, il film è prodotto dallo stesso Steven Spielberg di concerto Kathleen Kennedy.

La sceneggiatura di Tony Kushner, che aveva già lavorato con Spielberg per la realizzazione di “Munich”. La sceneggiatura, peraltro, è tratta parzialmente dal libro “Team of Rivals: The Political Genius of Abraham Lincoln di Doris Kearns Goodwin”.

Probabilmente non tutti conoscono le vicende presidenziali che hanno contraddistinto l’operato di Abramo Lincoln.

Per coloro che andranno al cinema, è disponibile un video che riassume i momenti salienti della Guerra di Secessione e del processo di abolizione della schiavitù negli Stati Uniti d’America. Un ottimo antipasto prima della portata principale.

“Path to Freedom”

Spielberg e Daniel Day-Lewis portano Lincoln a visitare il Senato italiano

Sono arrivati ieri, giovedì 17 gennaio 2013, con l’aereo privato del regista, per rendere speciale la presentazione italiana del film Lincoln. Proprio loro.

Parliamo del regista Steven Spielberg e dei protagonisti Daniel Day-Lewis e Sally Field, i quali hanno trascorso una giornata speciale sotto tutti i punti di vista.

Da dove partiamo?

Beh, dal fatto che Lincoln è candidato a ben 12 Premi Oscar 2013. Ma volendo potremmo partire anche da Abramo Lincoln stesso. La sua figura, la sua lotta allo schiavismo e il suo operato per gli Usa rimarranno per sempre incastonati nella dimensione storica più educativa per il presente e per il futuro.

La visita in Senato

A dimostrazione dell’importanza che un’opera del genere di Lincoln può rivestire in un Paese culturalmente avanzato come il nostro, ieri durante la loro ‘capatina nella Capitale’ Spielberg, Day-Lewis e Sally Field sono stati ricevuti a Palazzo Madama dal Presidente del Senato, Renato Schifani, nonché dal Presidente della Commissione Affari Costituzionali, Carlo Vizzini.

.

(Ph: Ufficio Stampa Twenty Century Fox)

Un onore, sicuramente un onore. Anche per celebrità di prima classe (anzi, da Jet privato) come Sua maestà Spielberg.

Il regista, affiancato dal suo prode cavaliere Daniel Day-Lewis (un Signore che ha già vinto 2 Premi Oscar e ne rischia un terzo), ha parlato con Schifani e Vizzini di Lincoln.

(Ph: Ufficio Stampa Twenty Century Fox)

Un film drammatico, dedicato agli ultimi terribili mesi in cui il sedicesimo Presidente Usa è stato in carica alla Casa Bianca.

L’ultima America di Lincoln era una America frantumata dalla guerra, in preda ad un cambiamento ancora troppo poco organizzato.

Lincoln aveva solo un obiettivo: abolire la schiavitù.

A ben vedere aveva anche due obiettivi, ieri di uguale importanza e oggi interpretabili come correlati: unire il Paese (oggi chi ci pensa più?) e risolvere una volta per sempre il conflitto bellico.

Lincoln, il Presidente Abramo Lincoln, sapeva di avere in mano il futuro dei ragazzi che sarebbero nati da lì in avanti.

Per parlare di una storia così preziosa, non potevano non essere chiamate a raccolta alcune tra le gemme più luminose del panorama di Hollywood. Da Daniel Day-Lewis, a Sally Field, da David Strathairn a Joseph Gordon-Levitt, da James Spader a Hal Holbrook e Tommy Lee Jones.

Steven Spielberg crede così tanto in questo film da essere stato lui stesso a co-produrlo insieme a Kathleen Kennedy.

 

Golden Globe 2013, ecco chi ha vinto

Sono stati assegnati in nottata a Los Angeles i Golden Globe, e non sono mancate le sorprese. Nella marcia di avvicinamento alla Notte degli Oscar del prossimo 24 febbraio 2013, quello dei Golden Globe è sicuramente l’appuntamento intermedio più importante per aggiornare gli indici di gradimento, scoprire chi sono i favoriti e capire quali sono gli outsider da tenere d’occhio.

Il risultato, come si diceva, è pieno di sorprese. Nella cerimonia tenutasi a Los Angeles e presentata dalle comiche Tina Fey e Amy Poehler, il premio per il miglior film drammatico è andato ad Argo,  diretto da Ben Affleck, che si porta a casa anche la statuetta di miglior regista. Una doppietta strepitosa per quest’opera che narra con dovizia di particolari e pathos  un’operazione dei servizi segreti americani effettuata durante la rivoluzione khomeinista in Iran.

Eccola, dunque, la prima sorpresa. Argo batte Lincoln (in lizza per 12 Academy). Affleck batte Spielberg. Lincoln, per forza di cose era il cavallo vincente sul quale tutti hanno scommesso alla vigilia. Torna a casa con un solo (importante) riconoscimento, quello a Daniel Day Lewis che vince il Golden Globe come miglior attore drammatico per la sua interpretazione del presidente famoso per aver abolito lo schiavismo. Lincoln, dunque, torna a casa a mani quasi vuote, nonostante durante la cerimonia sia salito sul palco uno sponsor d’eccezione, Bill Clinton. L’ex Presidente degli Usa è salito sul palco, guadagnandosi l’ovazione del pubblico e spendendo parole importanti per il suo predecessore, descritto come un uomo in grado di mantenere unita l’America in virtù del suo impegno al fianco degli schiavi.

Doppietta anche per Django Unchained, che si porta a casa la miglior sceneggiatura (Golden Globe a Quentin Tarantino, neanche questa volta premiato per la miglior regia) e per la miglior interpretazione secondaria (Golden Globe a Cristopher Waltz).

Contro ogni previsione della vigilia, porta a casa ben tre premi Les Misèrables, indicato come miglior commedia e pregiato del riconoscimento di miglior attore di commedia a Hugh Jackman e di miglior attrice non protagonista ad Annie Hathaway.

 

I VINCITORI DEI GOLDEN GLOBE 2013

Miglior film drammatico: Argo

Miglior commedia: Les Misèrables

Miglior attore drammatico: Daniel Day Lewis (Lincoln)

Miglior attrice drammatica: Jessica Chastain (Zero Dark Thirty)

Miglior attore di commedia: Hugh Jackman (Les Misèrables)

Miglior attrice di commedia: Jennifer Lawrence (Silver Linings Playbook)

Miglior film straniero: Amour

Miglior regista Ben Affleck (Argo)

Miglior sceneggiatore Quentin Tarantino (Django Unchained)

Miglior attore non protagonista: Christopher Waltz (Django Unchained)

Miglior attrice non protagonista: Anne Hathaway  (Les Misèrables)

Miglior canzone originale: Adele (Skyfall)

Nomination Oscar 2013: dalle 14.30 diretta live

 

Alle 14.30 di oggi (ora italiana, a Los Angeles saranno le cinque e trenta del mattino), l’Academy annuncerà in diretta dal  Samuel Goldwyn Theater di Los Angeles i candidati agli Oscar per il 2013. Per la prima volta dal 1972, quest’anno i presentatori delle Nomination saranno due. Il primo host in co-abitazione della storia sarà affidato a  Seth MacFarlane e Emma Stone. MacFarlane (regista di Ted e autore dei Griffin) sarà peraltro il presentatore dell’attesissima cerimonia di premiazione che si terrà il 24 febbraio 2013 al Dolby Theater di Hollywood.

Noi del Cinemaniaco seguiremo per voi l’esito di questa importante giornata, che terrà col fiato sospeso tutto il modo, appassionati di cinema e non.

I favoriti sono tanti. Si va da Lincoln (per la regia di Steven Spielberg) a Les Miserables, da Django Unchained a The Master, passando per Silver Linings Playbook, Vita di Pi, Lo Hobbit, fino ad arrivare ad Amour (papabile concorrente europeo in gara).

Di conseguenza, gli attori che ambiscono a ricevere il premio sono altrettanto numerosi: Daniel Day-Lewis (Lincoln), Hugh Jackman (Les Misérables), Denzel Washington (Flight) sono tra i favoriti. Senza contare che tra gli attori non protagonisti figurano Robert De Niro e Leonardo Di Caprio, sicuramente non i due ultimi arrivati.

Tra le attrici, sono in tante a sperarci. L’ultimo anno ha portato grandi film, con grandi protagoniste. Parliamo di Jennifer Lawrence, Jessica Chastain, Marion Cotillard e Naomi Watts.

In lizza ci sono anche Skyfall e Il Cavaliere Oscuro – il Ritorno, in attesa di ricevere candidature importanti, trattandosi di due pellicole che evadono dalla dimensione ‘Blockbuster’ per consolidarsi come storia recente del cinema.

Manca dunque veramente poco e poi il vero viaggio verso la conquista delle statuette potrà iniziare.

L’Italia, forse, seguirà senza particolare trasporto le nomination per via dell’assenza di rappresentanti provenienti dalla nostra Nazione, dopo il rifiuto dei fratelli Taviani.

Oscar: chi vince? Le previsioni del Cinemaniaco

Per Los Angeles giovedì 10 gennaio sarà un giorno molto importante, che inizierà molto presto. Alle 5.30 del mattino (quando in Italia saranno le 14.30) verranno finalmente svelate le nomination agli Oscar 2013. Il primo passo, fondamentale, verso la consegna delle statuette più ambite.

Per conoscere il nome di coloro che si aggiudicheranno gli Academy Award, però, è possibile anche visionare le classifiche già uscite. Gli Oscar vantano infatti una serie di corollari che sono diventati nel corso degli anni ottimi indicatori della febbre della statuetta. Tra questi c’è il Premio del Sindacato Produttori, che è stato già assegnato.

Leggere l’esito dei PGA è molto importante per farsi un’idea e per scommettere.

Noi del Cinemaniaco vogliamo azzardare. Abbiamo deciso di dare le nostre statuette. Chi lo sa, magari ci azzecchiamo.

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

Jennifer Lawrence (Silver Linings Playbook)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA

Daniel Day Lewis (Lincoln)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Anne Hathaway (Les Misérables)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Leonardo DiCaprio (Django Unchained)

MIGLIOR FILM

Lincoln

MIGLIOR REGISTA

Steven Spielberg (Lincoln)

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE

Quentin Tarantino (Django Unchained)

 

New York Film Critics Circle Awards 2012, vincitori: miglior film Zero Dark Thirty

Annunciati i vincitori dei New York Film Critics Circle Awards 2012, la critica newyorkese ha eletto Miglior film Zero Dark Thirty con l’aggiunta della Miglior regia (Kathryn Bigelow) e Miglior fotografia. L’altro vincitore è il Lincoln di Steven Spielberg premiato per la Miglior Sceneggiatura, il Miglior Attore (Daniel Day-Lewis) e la Miglior attrice non protagonista (Sally Field). Dopo il salto trovate la lista completa dei premiati.

Lincoln, nuovo trailer e la colonna sonora di John Williams

Lincoln, il biopic storico di Steven Spielberg sul sedicesimo Presidente degli Stati Uniti fruirà di una prima uscita americana limitata il prossimo 9 novembre, sulla scia dell’elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti, per poi uscire in tutti i cinema statunitensi il 16 (per l’uscita italiana dovremo attendere fino a febbraio 2013).

10 presidenti americani al cinema

Oggi riflettori puntati sulle presidenziali americane, entro domani scopriremo chi tra Obama e Romney sarà il nuovo Presidente degli Stati Uniti e in concomitanza con la fine delle elezioni, il prossimo 9 novembre, avrà una prima uscita limitata negli States il biopic storico Lincoln di Steven Spielberg.

Lincoln, spot tv sottotitolato in italiano e la chat con Steven Spielberg

Disponibille online uno spot tv sottotitolato per Lincoln, il biopic storico diretto da Steven Spielberg  accolto con entusiasmo alla sua presentazione ufficiale al New York Film Festival. Dopo il salto trovate la clip e un link al video integrale della chat live, a cui la notte scorsa hanno partecipato Spielberg e il protagonista del film, l’attore Daniel Day-Lewis.

Lincoln, full trailer del biopic di Steven Spielberg

E’ finalmente online il trailer integrale del Lincoln di Steven Spielberg. Protagonista di questo sontuoso biopic storico, nei panni del 16° presidente degli Stati uniti Abraham Lincoln, troviamo l’istrionico Daniel Day-Lewis (Il petroliere). Dopo il salto trovate il trailer.

Lincoln, foto dal set con Daniel Day-Lewis e Joseph Gordon-Levitt

Collider rilascia una prima serie di immagini provenienti dai set del biopic storico Lincoln, in cui il regista Steven Spielberg è ritratto insieme ad un credibilissimo Daniel Day-Lewis nei panni del sedicesimo Presidente americano e un primo scatto che ritrae Joseph Gordon-Levitt nei panni di Robert Todd Lincoln, il figlio maggiore del Presidente. Dopo il salto trovate tutte le nuove immagini che si riferiscono alle location di Old Towne Petersburg in Virginia.

Lincoln, prima immagine di Daniel Day-Lewis

Dopo il debutto del cinecomic in motion capture Le avventure di Tintin e l’imminente dramma a sfondo bellico War Horse, quest’ultimo sarà nelle sale italiane dal 20 gennaio, il regista Steven Spielberg è attualmente impegnato a preparare il suo nuovo lavoro, l’ambizioso Lincoln, biopic storico dedicato al sedicesimo presidente degli Stati Uniti. Grazie a Collider via Variety oggi vi possiamo mostrare una primissima immagine di Daniel Day-Lewis nei panni di Abramo Lincoln. (trovate l”immagine in formato integrale subito dopo il salto)