Keira Knightley: un eroina per tutte le stagioni

di Pietro Ferraro 8

Keira Knightley nasce a Teddington (Inghilterra) il 26 Marzo 1985, attrice fisicamente esile ma dal piglio combattivo, quando recita sa tirar fuori una grinta ed una fisicità che sorprendono, nulla spaventa la donzella, che non disdegna un duello a fil di spada mentre indossa corpetto e parrucca.

Già con il cinema nei geni, padre attore e madre sceneggiatrice, ha un fratello più grande, Caleb, afflitta durante l’adolescenza di una lieve forma di dislessia, coltiva una grande passione per la danza, ma il suo sogno da bambina era fare….l’idraulico(!)

Da molti indicata come la nuova Julia Roberts, la troviamo già sul set ad otto anni con il film tv Royal celebration. Segue un ruolo molto particolare, ricordate la principessa Amidala/Natalie Portman nell’episodio di Star wars: La minaccia fantasma? beh la sua ancella, l’agnello sacrificale in caso di attentato era interpretata dalla knightley, Lucas la volle proprio per la sua straordinaria somiglianza con la giovane Natalie, molti pensarono che la Portman interpretasse un doppio ruolo, ma così non era.

A sedici anni, dopo l’iscrizione alla prestigiosa scuola di recitazione London academy of Music and Dramatic Art, la troviamo giovane calciatrice in Sognando Beckham, e nello stesso anno senza veli nel disturbante e claustrofobico thriller The hole, seguirà la riuscita commedia corale Love actually, con il divo Hugh Grant.

Nel 2003 Hollywood la vuole per il kolossal La maledizione della prima luna, il suo personaggio trasmette grinta e carisma, lo stesso carattere forte e volitivo che ritroveremo in Ginevra eroina dell’avventuroso King Arthur (2004) con Clive Owen.

Nel 2005 la sua performance nel dramma in costume Orgoglio e pregiudiizio, tratto da un classico della letteratura, viene premiata con una nomination all’Oscar come miglior attrice protagonista, poi arriva Tony Scott, re dell’action e le propone il ruolo della cacciatrice di taglie Domino Harvey, fantasiosa biografia di una ex-modella veramente esistita dalla vita votata al”eccesso e morta per droga, seguirà il fantascientifico pastiche The jacket accanto ad uno stralunato Adrien Brody e da copione Arrivano il secondo e terzo capitolo dei pirati dei caraibi,il personaggio della knightley cresce e diventa una sorta di Erroll flynn in gonnella, sempre pronta a menar le mani, nel 2007 ancora in costume per il romantico Seta e il drammatico Espiazione.

Il 2008 è ricco di impegni, la biopic sul poeta gallese Dylan Thomas,The edge of love, dove sedurrà Lindsay Lohan, un’altra biopic storica La Duchessa, in questi giorni sui nostri schermi, e per il futuro la vedremo nel mistery Last night, bambinaia alle prese con inquietanti avvenimenti e nel 2010 il dramma King Lear.

Commenti (8)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>