Il figlio dell’altra al cinema dal 14 marzo: tutte le donne del film in una scena

di Redazione Commenta

Approfittiamo dell’otto marzo, Giornata Internazionale della donna, per cogliere un ‘passaggio’ delicato del film “Il figlio dell’altra”, che sarà nelle sale cinematografiche a partire dal prossimo giovedì 14 marzo, mediante la distribuzione di Teodora Film e Spazio Cinema.

Sicuramente l’uscita nelle sale cinematografiche italiane de “Il figlio dell’altra” sarà motivo di riflessione. Un film, quello diretto da Lorraine Lévy e interpretato da Emmanuelle Devos, Pascal Elbé, Jules Sitruk e Mehdi Dehbi, molto profondo sotto tutti gli aspetti.

Un film che mette in risalto con dovizia di particolari e alta sensibilità il conflitto israelo-palestinese e che non disdegna la figura delle donne e (soprattutto) delle madri in quest’ampia cornice. La riprova si ha leggendo un frammento delle note di regia di Lorraine Lévy:

“Nel film, i padri si lasciano sopraffare dalla scoperta della verità sui propri figli, per loro insopportabile. Preferiscono fuggire che affrontarla. La sofferenza li paralizza. Le madri, invece, riescono presto a chiarirsi tra di loro, cosa che naturalmente non esclude la sofferenza. Il fatto è che le due donne sono capaci di comprendere alcune cose fondamentali: capiscono che i figli che hanno allevato continuano a essere i loro figli; che ora c’è un altro figlio per ciascuna di loro e che non possono ignorarlo, né rifiutarsi di conoscerlo e di imparare ad amarlo; che se occorre tendere una mano, bisogna farlo al più presto, convincendo gli uomini che non esiste alternativa possibile. Il mio film dice che la donna rappresenta il futuro dell’uomo e che quando le donne si alleano possono spingere gli uomini a essere migliori.”

Ecco una clip in cui è possibile vedere nel vivo il ruolo di questa figura femminile:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>