Giffoni Film Festival 2011, giovedì 14 luglio: red carpet con Hilary Swank e anteprima Honey 2

di Redazione Commenta

Terza giornata al Giffoni Film Festival 2011, iniziamo come di consueto con i film in  concorso che oggi prevedono per i più piccini, categoria +6, il lungometraggio d’animazione a sfondo natalizio Santa’s Apprentice, diretto dal regista ed animatore francese Luc Vinciguerra che debutta con il suo primo lungometraggio basandosi sulla serie tv da lui stesso creata L’apprendista Babbo Natale.

La sinossi del film:

Babbo Natale non vorrebbe andare in pensione, ma le regole sono regole: è arrivato il momento di trovare e istruire un apprendista che prenda il suo posto. Il fortunato successore sarà scelto tra milioni di bambini, dovrà chiamarsi Nicolas, essere orfano, e avere un cuore puro. Dall’altra parte del mondo, c’è un bambino australiano che risponde perfettamente a tutti questi requisiti, ma la mancanza di fiducia in se stesso e le sue vertigini ne fanno un candidato che sembra sconfitto già in partenza. Del resto si tratta di una grossa responsabilità che spaventerebbe anche il più coraggioso dei bambini. Riuscirà Babbo Natale a passare il testimone, a farsi sostituire dall’apprendista e a fargli scoprire il vero senso del Natale?

Per i più grandicelli, categoria +16, segnaliamo invece il drammatico Yelling to the sky diretto da un’altra esordiente, trattasi della regista newyorchese Victoria Mahoney che ci narra le peripezie di un’adolescente in un quartiere difficile.

La sinossi del film:

La vita non è dolce per Sweetness O’Hara, 17 anni. In famiglia le manca l’affetto, a scuola e in strada è bersaglio di violente aggressioni. Un giorno, mentre è in giro in bicicletta, la banda di Latonya, teppista della zona, la scaraventa a terra: Sweetness è salvata dalla sorella maggiore Ola, ma non potrà contare a lungo sul suo aiuto. Poco dopo, infatti, il padre Gordon, bianco e alcolizzato, litiga con la madre di colore, Lorene, che scappa di casa portando con sé Ola. Da quel momento Sweetness può contare solo su se stessa. Con il sostegno di Roland, una celebrità locale, si guadagna un po’ di rispetto in strada, fino ad affrontare Latonya. Sweetness batte la sua antagonista e inizia a diventare sempre più prepotente. Solo quando la madre e la sorella tornano a casa, Sweetness si rende conto di essere diventata autrice delle stesse aggressioni che le stavano rovinando la vita.

Vediamo invece cosa ci riserva l’odierno parterre di ospiti, red carpet per l’americana Hilary Swank e l’attore spagnolo LLuis Homar, quest’ultimo celebre per i suoi lavori con il regista Pedro Almodovar tra cui La mala educacion, l’odierna masterclass invece vedrà in cattedra lo sceneggiatore americano Michael Brandt, suoi gli script del remake Quel treno per Yuma e dell’action Wanted, Brandt ha recentemente debuttato alla regia con l’imminente thriller-politico The Double.

Chiudiamo con gli eventi speciali di quest’oggi che prevedono oltre all’anteprima del sequel danzereccio Honey 2, anche proiezioni per Noi credevamo di Mario Matone e Un giorno della vita di Giuseppe Papasso.

In coda al post trovate una galleria con il photocall di Valeria Golino. (foto Zimbio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>