Frasi da cinema, 30 giorni di buio

di Redazione Commenta

Barrow Alaska-la città più a nord degli USA, sperduta in una landa desolata di 80 miglia, senza strade, tagliata fuori dal mondo ogni inverno per 30 interminabili giorni di gelo e oscurità.

Ultimo giorno di luce, tutti si apprestano a pertire, la luce si va affievolendo, il buio è pronto a regnare incontrastato sui vicoli della piccola cittadina semi-deserta, mentre ghiaccio e neve ben presto ne amplificheranno inerosabilmente l’asperità.

Lo sceriffo Eben Oleson e sua moglie Stella si troveranno isolati dal mondo esterno con un uno sparuto gruppo di persone rimaste in città, tutti inconsapevoli di dover affrontare l’assalto di un branco di antichi e famelici vampiri che hanno la ferma intenzione di trasformare Barrow nel loro personale territorio di caccia.

Il rosso cremisi del sangue colora la neve, i corpi dilaniati delle vittime dissanguate giacciono  lungo la via principale del paese, il confronto finale è adesso, lo straniero leader dei vampiri raduna i suoi, e dopo essersi gingillato con un corpo esanime semisepolto nella neve, cospargendosi voluttuosamente viso e capo con il sangue ancora caldo, si rivolge ai suoi.

Lo straniero (in una lingua sconosciuta):

ABBIAMO IMPIEGATO SECOLI PER FAR CREDERE LORO CHE ERAVAMO SOLO DEI BRUTTI SOGNI…NON POSSIAMO DAR LORO MOTIVO DI SOSPETTARE…DISTRUGGETELI TUTTI!

…che la caccia abbia fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>