Film in Concorso a Venezia 70: Miss Violence

di Valeria Commenta

Anche la Grecia sarà presente alla 70° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. La scelta è ricaduta su Miss Violence, opera seconda del regista Alexandros Avranas, che sembra ripercorrere la strada del suo film di debutto, Without, con una pellicola dura e ‘nera’, nella quale affronta il tema della violenza domestica.

Un argomento scottante quello affrontato in Miss Violence e quanto mai attuale, sia per quanto accade giornalmente in Italia sia per la difficilissima situazione che sta vivendo al momento il paese ellenico. Alexandros Avranas ha creato una pellicola che vuole essere il racconto della società odierna, dove anche il legame più basilare e fondamentale di tutti, quello del sangue e della famiglia, ha lasciato il posto a sfruttamento e manipolazione.

Miss Violence – La trama

Il tutto raccontato attraverso il suicidio di una ragazza di 11 anni. Lei, Angeliki, si getta dal balcone della sua casa e muore. Iniziano le indagini, polizia e Servizi Segreti setacciano la casa di Angeliki in cerca di qualcosa che possa fare luce sull’accaduto.

Ma in casa della ragazza non c’è nulla, è tutto perfettamente in ordine. Il padre – accanito sostenitore insieme al resto della famiglia della tesi dell’incidente – ha provveduto a rimettere tutto in ordine, per non lasciar trapelare alcuna traccia del segreto che Angeliki portava con sé mentre compiva il folle gesto.

E’ il fratello di Angeliki il primo a cedere, iniziando a tradirsi e a rivelare agli investigatori gli indizi di quanto si nasconde dietro all’immagine della famiglia perfetta.

Miss Violence – Il trailer

Miss Violence è interpretato da Themis Panou, Reni Pittaki, Eleni Roussinou, Sissy Toumasi, Kalliopi Zontanou e Constantinos Athanasiades. 

Miss Violence – Le immagini

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>