Festival di Roma 2013: uno sguardo ai film in concorso di oggi

di Redazione Commenta

Giornata ricca al RomaFilmFest, ragion per cui vale la pena dare uno sguardo a trame, protagonisti e curiosità dei film in concorso. Tre sono le pellicole proiettate presso la Sala Santa Cecilia. Tutte e tre degne di nota:

Quod Erat Demonstrandum

Regia: Andrei Gruzsniczki;

Cast: Florin Piersic Jr., Doru Boguta, Medeea Marinescu, Mihai Calin, Alina Berzunteanu, Tora Vasilescu, Paul Ipate, Ana Popescu, Dan Tudor, Lucian Ifrim, George Alexandru, Sorin Leoveanu, Virgil Ogasanu, Ofelia Popii.

“Quod Erat Demonstrandum” è un film in bianco e nero, di genere drammatico, che è stato ambientato nella Romania degli anni Ottanta. Siamo precisamente nel 1984, quando il personaggio principale del film, un matematico, sceglie di pubblicare una sua ricerca sulla rivista specializzata di un noto ateneo americano. Lo fa senza chiedere il permesso delle autorità locali. La decisione non passa inosservata e causa l’uomo una serie di guai.

I corpi estranei

Regia: Mirko Locatelli;

Cast: Filippo Timi, Jaouher Brahim, Tijey De Glaudi, Gabriel De Glaudi, Dragos Toma, Naim Chalbi, El Farouk Abd Alla.

Antonio (Filippo Timi) vive a Milano con il suo bambino, Pietro, il quale è affetto da una grave malattia: padre e figlio si trovano al nord per cercare uno spiraglio di salvezza. Jaber, quindici anni, vive a Milano con un gruppo di connazionali: è migrato in Europa da poco, in fuga dal Nord Africa e dagli scontri della primavera araba. L’ospedale è una città nella città dove entrambi sono costretti a rimanere: Antonio per guarire Pietro, Jaber per assistere il suo amico Youssef. La malattia è l’occasione per un incontro tra due anime sole e impaurite, due “corpi estranei” alle prese con il dolore.

Out of the Furnace

Regia: Scott Cooper

Cast: Christian Bale, Zoe Saldana, Woody Harrelson, Casey Affleck, Willem Dafoe, Forest Whitaker, Boyd Holbrook, Sam Shepard, Dendrie Taylor, Tom Bower, Mark Kubr, Jack Erdie, Efka Kvaraciejus, Gordon Michaels, Aaron Toney, Tommy Lafitte.

Gangster – movie in pieno effetto, dai contorni noir, “Out of the Furnace” è ambientato nel 1986 in Indiana. Slim è un ex detenuto che torna in libertà dopo aver scontato una lunga pena per omicidio. L’unico suo desiderio è di rifarsi una vita e tener fede alla promessa di matrimonio fatta alla sua ragazza. Questo almeno finchè non scopre che suo fratello è stato ucciso dopo essere stato coinvolto in uno giro di scommesse clandestine. Slim decide che non può tirarsi indietro e che il suo compito è quello di vendicare l’omicidio di suo fratello.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>