Echelon Conspiracy: una cospirazione multimediale

di Pietro Ferraro 1

Un giovane ingegnere americano si trova nel bel mezzo di un complotto internazionale, misteriosi SMS cominciano ad arrivargli sul cellulare, ha così inizio una serrata caccia all’uomo che si snoderà per tutto il globo, con l’ingegnere in fuga da alcuni spietati agenti sulle sue tracce con la ferma intenzione di eliminarlo.

Dietro a tutto sembra celarsi un potente uomo di governo in cerca di una misteriosa agenda contenente importanti informazioni che risultano vitali per salvaguardare il delicato equilibrio della politica mondiale,

Il cinema e lo spionaggio hanno dato vita a veri capolavori, perlopiù durante gli anni ’70, anni d’oro per il genere spy-story, tra i tanti titoli ricordiamo La conversazione con Gene Hackman alle prese con compromettenti intercettazioni, Tony Scott omaggerà questa pellicola con il suo Nemico pubblico, con Will Smith alle prese con la tecnologia usata come arma per distruggere l’avversario politico o lo scomodo testimone.

Sulla scia del recentissimo Eagle Eye, thriller Hi-tech in cui Shia LaBeouf veniva coinvolto in una sorta dii ricatto/complotto multimediale a sfondo terroristico, ecco uscire nei cinema americani questo Echelon Conspiracy dove si torna all’uso improprio e deviato della tecnologia, ma stavolta si cita chiaramente il famigerato Echelon, un gigantesco sistema computerizzato di sorveglianza globale iniziato a sviluppare durante la guerra fredda per poi espandersi e potenziarsi in maniera esponenziale con l’avvento delle nuove tecnologie.

Il regista Greg Marcks ha nel curriculum il non proprio memorabile 11:14 destino fatale, mentre nel cast oltre al protagonista Shane West, il Tom Sawyer de La leggenda degli uomini straordinari, ci sarà anche il roccioso Ving Rhames, già hacker informatico nella serie cinematografica di Mission: impossible ed il veterano Martin Sheen, data di uscita italiana ancora da definire.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>