Critters, la saga

di Pietro Ferraro 3

Oggi vi proponiamo una spassosa serie di film incentrati su alcuni voracissimi mostriciattoli spaziali capaci di divorare interi pianeti, i Critters, che sfuggiti da una prigione spaziale sfogano tutto il loro insaziabile appetito sulla Terra.

Prima di prendere in cosiderazione questa serie bisogna rendersi conto del budget limitato, della demezialità di situazioni e dialoghi, e amare serie come i Ghoulies e i Gremlins che questa serie rivisita in chiave sci-fi.

Il primo film, Critters-gli extraroditori ha una genesi alquanto travagliata, la sceneggiatura di Domonic Muir risale ai primi anni ’80, poi dopo molti rifiuti e modifiche, esce il Gremlins di Joe Dante e Muir si vede costretto a rimaneggiare nuovamente lo script, ma stavolta la New Line accetta di produrlo.

Su un asteroide adibito a penitenziario un manipolo di Critters evade rubando una navicella e raggiungendo la Terra, qui cominceranno la loro piccola invasione, mentre due cacciatori di taglie sono già sulle loro tracce.

Il primo film è da molti considerato un cult grazie al taglio da black comedy e agli ottimi effetti speciali low-budget dei fratelli Chiodo.

Da qui in poi i Critters cominciano il classico percorso di quasi tutti i prodotti low budget, le storie perdono spessore, il budget si riduce e il prodotto finale diventa inevitabilmente materiale da direct-to video.

Critters figliò tre sequel, più un quinto progetto abortito Critters 5-Christmas attack. Dal terzo capitolo in poi gli extraroditori finiscono sugli scaffali delle videoteche.

Curiosità: in Critters 3 tra i protagonisti potrete trovare un giovanissimo Leonardo DiCaprio, mentre il quarto capitolo si sposta nello spazio a bordo di un’astronave, nel cast Brad Dourif e Angela Bassett,

CRITTERS-GLI EXTRARODITORI (CRITTERS) di Stephen Herek-1986

CRITTERS 2 (CRITTERS 2-THE MAIN COURSE) di Mick Garris-1988

CRITTERS 3 di Kristine Peterson-1991

CRITTERS 4 (CRITTERS 4-THEY’RE INVADING YOUR SPACE) di Rupert Harvey-1992

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>