Cinema in protesta, dopo il Festival di Roma oggi sciopero generale

di Redazione 2

Sembra che la protesta contro i tagli del governo al Fondo Unico per lo Spettacolo e il mancato rinnovo degli sgravi fiscali per le produzioni cinematografiche abbiano creato una sorta di tsunami mediatico che dopo la recente occupazione del red carpet al Festival di Roma e il sit in diretta con la trasmissione Annozero di Santoro,  culminerà quest’oggi in uno sciopero generale chel coinvolgerà cinema, tv e teatro.

Rimarranno chiusi cinema, sale teatrali e set cinematografici e gli attori non parteciperanno a trasmissioni televisive, questo sarà l’iter di questa giornata di protesta che nasce sotto l’egida dei sindacati confederali Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil che uniti per l’occasione in un corpo unico, scenderanno in campo per chiedere al governo il ridimensionamento dei tagli e l’applicazione di quanto promesso nei mesi precedenti all’avvio della protesta.

La giornata vedrà lo svolgimento di iniziative sparse su tutto il territorio nazionale a partire dalla Capitale dove attori, registi, autori, tecnici e sindacalisti si ritroveranno al cinema Adriano, tra i partecipanti all’evento ci saranno il regista Paolo Sorrentino e gli attori Riccardo Scamarcio, Giulio Scarpati ed Isabella Ferrari.

La protesta per la prima volta avrà anche l’appoggio delle associazioni Anica e Agis e toccherà all’attrice Sabrina impacciatore leggere un comunicato che spiegherà le ragioni della protesta, mentre messaggi di solidarietà arriveranno in diretta dalle trasmissioni Vieni via con me e Il Grande Fratello. (foto Piergiorgio Pirrone – LaPresse)

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>