Christian De Sica: Belen Rodriguez e Sabrina Ferilli vogliono farsi pubblicità

di Diego Odello 2

Niente misteri intorno a Natale a Beverly Hills, ma solo voglia di pubblicità: questo è ciò che ha sostenuto Christian De Sica ieri sera prima della presentazione del listino 2009-2010 della Medusa, riguardo le rinunce di Belen Rodriguez e Sabrina Ferilli, al ventiseiesimo cinepanettone prodotto da De Laurentiis:

Macché mistero. Per me nel film ci può stare Belen, la Ferilli, tutte e due o nessuna. Se la cantano e se la suonano da sole, si fanno pubblicità. Io di questa storia non ne so nulla, ancora devo leggere la sceneggiatura.

L’attore romano, che vedremo in un ruolo drammatico, nel prossimo film di Pupi Avati, Il figlio più piccolo, ha anche ricordato l’importanza dei cinepanettoni:

I cinepanettoni a livello di recitazione sono un altro mondo. Eppure credo che continuerò a farli, è grazie a quei film che ora mi permetto di fare altro.

Ci saranno altri capitoli sulla questione Natale a Beverly Hills o qualcuno replicherà alle parole di De Sica?

Commenti (2)

  1. Caro Christian De Sica nn vedo l’ora di vedere Natale a Beverly Hills,ma soprattutto nn vedo l’ora di vederti nei panni del ruolo drammatico!!!
    tanto lo so già ke sfonderai sia con il film di natale ke con il film dove interpreterai il ruolo drammatico
    baci tua fun!!!!1
    rx…..

  2. Ciao Cristian, mi chiamo Ronny e sono un tuo Fan.
    Non vedo l’ ora che esce il tuo nuovo Film, Natale a Beverly Hills.
    Devo dire che sei e lo sarai sempre un mitico Attore comico e mondiale.
    Se posso farti un piccolo suggerimento, mi piacerebbe che in una scena del tuo film, ci fosse anche il nostro LITTLE TONY con Cuore Matto, giusto una comparsa.
    Ti saluto Cristian e in buona fortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>