Cambia la tua vita con un click: recensione

di Pietro Ferraro 8

Michael Newman (Adam Sandler) è un architetto in carriera, il suo lavoro lo assorbe a tal punto che comincia da copione a dimenticare compleanni, anniversari e partite importanti di moglie e figli. Michael ha due figli e una splendida moglie, Donna (Kate Beckinsale), molto innamorata ma altrettanto irritata col marito per le continue dimenticanze del consorte.

Michael continua a giusticarsi con gli altri e con se stesso adducendo scuse come le responsabilità di mantenere una famiglia numerosa, le spese per la casa, un futuro più ricco e prospero per tutti, ma la realtà è che più lui si estranea dalla sua famiglia più quest’ultima perde interesse nel coinvolgerlo nelle proprie attività e decisioni.

Una sera Michael in cerca di un telecomando per la sua tv si imbatte in Morty (Christopher Walken) uno strano tipo, una sorta di scienziato pazzo, ma nel senso buono del termine, che nel retro di un grande magazzino custodisce una serie di strambi aggeggi domestici tra cui un telecomando che da la possibilità a chi lo possiede di controllare lo scorrere del tempo con tanto di tasto di avanzamento veloce.

Dopo le dovute istruzioni per l’uso e le raccomandazioni di rito sul non abusare del nuovo potere, Michael se all’inizio rispetta gli accorgimenti suggeritigli da Morty, in seguito esagera e ben presto il telecomando si trasformerà da alleato domestico in infernale marchingegno incontrollabile e causerà una serie di disastri che faranno riflettere Michael e l’aiuteranno a capire quali sono le vere priorità della vita.

Cambia la tua con un click non è il solito film demenziale, anzi tutt’altro, e un tipico family-movie con tante suggestioni da commedia vecchia Hollywood, e un tocco di fantastico che ne fa un film godibile e adatto ad un pubblico variegato e di ogni età.

Adam Sandler è più contenuto del solito e riesce a dare verve ad una sceneggiatura che in realtà è stracolma di dinamiche già viste e riviste, ma l’inserimento dell’elemento fanta-tecnologico e una serie di accorgimenti come il coinvolgente finale che commuove e  diverte ne fanno un perfetto mix di commedia alla Frank Capra e moderna fiaba per famiglie, Doveroso segnalare il cameo di Christopher Walken nei panni di Morty che pare divertirsi un mondo a giocare con la figura di angelo custode-scienziato pazzo. Da vedere.

Commenti (8)

  1. Una commedia leggera con un interessante risvolto drammatico che deve molto ai movie dickensiani. Peccato un finale un po’ gratuito ma mi ha fatot molto piacere rivedere Fonzie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>