Venezia 2010 venerdì 3 settembre: ieri applausi per La pecora nera, oggi Leone d’oro a John Woo

di Pietro Ferraro 1

Terza giornata alla sessantasettesima Mostra del Cinema di Venezia, ieri secondo appuntamento, dopo la versione restaurata di Profumo di donna, con l’omaggio a Vittorio Gassman con la prima mondiale del documentario Vittorio racconta Gassman-Una vita da mattatore realizzato da Giancarlo Scarchilli e Alessandro Gassman.

Ieri anche un incontro tra Lino Banfi, Barbara Bouchet e il regista Quentin Tarantino, i tre hanno parlato di ipotetiche collaborazioni e scherzato su un ruolo pulp per nonno Libero, mentre sette minuti di applausi hanno seguito la proiezione de La pecora nera, opera prima dell’attore Ascanio Celestini che ha raccontato la vita dentro le mura di un manicomio.

Oggi è la giornata del regista John Woo che verrà premiato con il Leone d’oro alla carriera, dopo la proiezione ieri di una versione restaurata del suo cult The Killer, alla cerimonia di premiazione di stasera seguirà la prima mondiale fuori concorso di Jianyu (Reign of assassins) di Su Chao-Pin, pellicola di cui Woo ha supervisionato la regia.

Per i film in concorso quest’oggi segnaliamo l’atteso Somewhere di Sofia Coppola, la regista di Lost in translation a quattro anni dal suo Marie Antoinette torna dietro la macchina da presa per raccontare la storia di una star di Hollywood (Stephen Dorff) che vive scollegata dalla realtà tra droga, alcool e alberghi di lusso che dovrà presto fare i conti con una figlia undicenne che entra improvvisamente  nella sua vita.

Concludiamo segnalando due pellicole italiane in programma per oggi, la sezione Controcampo italiano apre ufficialmente i battenti con I baci mai dati di Roberta Torre, in un quartiere catanese una tredicenne si inventa guaritrice e si ritrova quasi santa, mentre fuori concorso prima per Gorbaciof di Stefano Incerti, Toni Servillo è un contabile con il vizio del gioco d’azzardo. (foto Zimbio)

Programma completo proiezioni 3 settembre.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>