The Medallion, recensione

di Pietro Ferraro 3

Un’antica reliquia dotata di magici poteri sta per cadere nelle mani di uno dei criminali piu pericolosi di sempre, tale Snakehead (Julian Sands), pronto a sfruttare i fantastici poteri di un medaglione sacro per diventare invincibile, darsi alla pazza gioia, e all’occorrenza conquistare il mondo.

Purtroppo per lui ed il suo ambizioso piano, lungo la strada s’imbatterà nell’eroico e zelante detective Eddie Yang (Jackie Chan) che ha intenzione di fermare le mire del criminale e salvare il mondo. Ad aiutarlo in questo nobile scopo la fascinosa collega Nicole James (Claire Forlani) e un’intera squadra dell’Interpol capitanata dal simpatico e un pò pasticcione agente Watson (Lee Evans).

Inconsapevole delle reali intenzioni del malvagio Snakehead, Eddie Yang perderà la vita, e usufruendo del taumaturgico potere del medaglione, diventerà suo malgrado, l’immortale spina nel fianco del sempre più contrariato Snakehead.

The Medallion è una pellicola sorprendentente riuscita nonostante misceli con nochalance molti generi e un cast variegato. Quello che funziona in questa spericolata avventura dal sapore sovrannaturale è praticamente tutto.

Ottima la storia che ammicca un pò alla visitina nel genere fantasy di Eddie Murphy ne Il bambino d’oro o al più recente Il Monaco, le gag, stavolta a tenere testa all’iperattivo divo cinese un simpaticissimo e clownesco Lee evans, i comprimari, sempre bravi l’incantevole Claire Forlani, anche se qui forse meno a suo agio con il genere, e l’efficace e luciferino Julian Sands.

Il regista Gordon Chan cura meticolosamente la messinscena, Jackie Chan si occupa della parte prettamente coreografica e inanella più di qualche memorabile sequenza di combattimento, ottimi inoltre gli effetti visivi e la lussuosa confezione.

Insomma siamo di fronte ad un perfetto prodotto d’intrattenimento adatto a tutta la famiglia, che piacerà ai fan delle arti marziali e a chi ama l’aggiunta di un tocco sovrannaturale e ironico al genere. Forse uno dei migliori titoli della sconfinata filmografia di Jackie chan, che anche stavolta ci regala un’altra coinvolgente incursione nell’avventuroso mondo action made in Hong Kong.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>