The impossible, da domani al cinema: la storia vera di una famiglia sopravvissuta allo Tsunami

di Cinemaniaco Commenta

Mancano 24 ore al debutto di “The impossible” nelle sale italiane. Il film si presenta nel migliore dei modi. “The impossible” narra le vicende di una famiglia che sopravvive allo tsunami che nel 2004 stravolse l’intero Oceano Indiano.

Diretto da J.A. Bayona, noto per il ‘suo’ “The Orphanage”, “The impossibile” è impreziosito da un cast di tutto rispetto. Da Ewan McGregor nel ruolo di Henry a Naomi Watts nel ruolo di Maria. Maria ed Henry hanno tre figli. Faranno un viaggio in Tailandia per trascorrere un periodo di serenità nel suo lato più paradisiaco.

Il giorno dopo natale, però, mentre i cinque si stanno rilassando nei pressi del bordo-piscina, la terra grida. Un boato spaventoso proveniente dal centro della crosta. Maria rimane impietrita, mentre un muro di acqua enorme la raggiunge dopo aver ‘puntato’ l’hotel.

Questo è un frammento di ciò che troverete in questa storia straordinaria. Dal paradiso all’inferno in due minuti. “The impossible” si concentra sulle vicende di un nucleo familiare intrappolato nel dramma, preso come riferimento per descrivere una situazione vissuta da migliaia di persone.

Tutti noi ricordiamo lo Tsunami come una delle più grandi catastrofi naturali dell’epoca moderna. Ma “The impossible” riscatta le vite sopravvissute e le vite che si sono perse nel dramma, riunendole sul piano del coraggio, della gentilezza, della solidarietà. Un fenomeno così tragico diviene l’input di una storia travolgente, dove amore e paura si fondono. Il cuore umano, però, alla fine riesce a sopravvivere.

Guardando il film si ha come l’impressione di sentirlo pulsare, anche perché come detto si tratta della trasposizione cinematografica di una storia vera: quella di Maria Belon. A riscriverla per il grande schermo ci ha pensato il buon Sergio G. Sanchez, già compagni di J.A. Bayona sempre in “The Orphanage”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>