The Hurt Locker, produttori denunciati dal sergente Jeffrey Sarver

di Diego Odello Commenta

Ancora una tegola su The Hurt Locker, il film favorito (a pari merito con Avatar) alla vittoria finale agli Oscar 2010: dopo l’esclusione di uno dei produttori, Nicolas Chartier, arriva la notizia che la produzione è stata denunciata dal sergente Jeffrey Sarver per diffamazione, frode e invasione della privacy.

Il soldato americano sostiene che gli autori, in particolare Mark Boal, che ha vissuto trenta giorni con lui e la sua unità di artificieri per creare Will James, il personaggio del protagonista interpretato da Jeremy Renner, si sarebbero ispirati alla sua vita, senza chiedergli permesso, e l’abbiano distorta fancendolo passare per un soldato irresponsabile, nonché povero padre di famiglia.

Il suo avvocato ha fatto notare che il protagonista ha gli occhi azzurri e i capelli biondi come il suo assistito (come potete notare dalla foto che ho creato per voi) e che, come lui ha usato lo stesso segnale radio, Blaster One, ha disinnescato la bomba sotto il letto e si è addormentato nel suo equipaggiamento protettivo.

Lo sceneggiatore Mark Boal ha risposto:

Il personaggio di Will James è di pura fantasia, è un collage di numerose persone che ho incontrato nella mia esperienza in Iraq dove ho avuto conversazioni con oltre cento soldati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>