Kelly Asbury adatterà il fumetto Pooch Cafè

Collider riporta che la sceneggiatrice Kelly Asbury specialista in pellicole d’animazione, il suo curriculum include crediti nel reparto artistico de La sirenetta e Kung Fu Panda, nel cast vocale di Shrek 2 e Shrek Terzo, nella sceneggiatura del classico La Bella e la Bestia oltre alle regie di Spirit: Cavallo selvaggio e  il recente Gnomeo e Giulietta è stata reclutata dalla Sony Pictures per adattare la serie a fumetti Pooch Cafè di Paul Gilligan.

Elton John ingaggia il regista di Gnomeo e Giulietta

Deadline ci informa che la Rocket Pictures, casa di produzione cinematografica di Elton John, ha acquisito i diritti della serie di libri di Derek Keilty Will Gallows and the Snake-Bellied Troll e ingaggiato per lo sviluppo di un lungometraggio con inserti musicali lo sceneggiatore e regista di Gnomeo e Giulietta Kelly Asbury. I libri di Keilty. che fondono elementi fantasy e western, raccontano la storia di un elfo-cowboy che ha il compito di sconfiggere un malvagio troll fuorilegge.

Box Office 18-20 marzo 2011: Nessuno mi può giudicare primo in Italia, Limitless in testa negli USA

La situazione italiana. Il box office premia per l’ennesima volta la commedia nostrana, ma a sorpresa vince Nessuno mi può giudicare, che stacca nettamente la favorita Amici Miei – Come tutto ebbe inizio: il film di Massimiliano Bruno raccoglie 1,88 milioni di euro (3 milioni contando il mercoledì e il giovedì) con la buona media di 3.984 euro a sala, mentre il film di Neri Parenti racimola solo 1,144 milioni di euro (2,13 milioni in cinque giorni – costato 12 milioni di euro) con la non esaltante media di 2.419 euro. A seguire troviamo Rango, terzo con 854mila euro (4 milioni totali), Dylan Dog – Il film, quarto con 790mila euro (1,39 totali) e Il rito, quinto con 608mila euro (2,73 totali). Le altre novità: Gnomeo e Giulietta è sesto con 501mila euro (950mila euro totali), Street Dance 3D è settimo con 473mila euro (821mila euro totali). Fuori dalla top ten Sorelle Mai (74mila euro), Beyond (17mila euro) e Tournée (10mila euro). Altro: Manuale d’amore 3 è praticamente già in soffitta, fuori dai primi 10 con 6,5 milioni totali guadagnati da quando è uscito.

La situazione americana. Limitless esordisce in testa alla classifica degli incassi al botteghino americano, portandosi a casa 19 milioni di dollari, battendo Rango, secondo con 15,31 milioni di dollari (92,57 totali a cui si aggiungono i 72 incassati nel resto del mondo), World Invasion, terzo con 14,6 milioni di dollari (60,6 totali a cui si sommano i 51 incassati nel resto del mondo) e le due nuove uscite The Lincoln Lawyer, quarto con 13,4 milioni di dollari (dopo esserne costati 40), e Paul, quinto con 13,15 milioni di dollari (28 milioni guadagnati nel resto del mondo).

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Gnomeo e Giulietta, recensione

La signora Montecchi e il signor Capuleti hanno case e rispettivi giardini confinanti e tra i due le regole del buon vicinato valgono a ben poco visto che si insultano ad ogni incontro, quello che non sanno è che i loro giardini popolati da nanetti e una bislacca fauna in plastica quando non visti prendono vita e replicano il conflitto tra vicini in una vera e propria faida formato mignon.

Le due fazioni, Rossi e Blu, tra gare a cavallo di tosaerba, incursioni notturne all’insegna del sabotaggio di aiuole e dispetti vari non si renderanno conto che Gnomeo campione dei Blu e la bella Giulietta figlia del capo dei Rossi si incontreranno ed innamoreranno dando il via ad una romantica storia d’amore segreta.

Naturalmente la scoperta di questo sentimento inasprirà l’acredine tra le due fazioni che porteranno lo scontro ad un livello successivo che mieterà qualche vittima, ma estremizzerà la situazione a tal punto da riportare tutti alla ragione, anche grazie all’amore sincero che unisce i due giovani innamorati.

Al cinema dal 16 marzo 2011: Amici Miei – Come tutto ebbe inizio, Beyond, Dylan Dog – Il Film, Gnomeo e Giulietta, Nessuno mi può giudicare, Sorelle mai, StreetDance 3D, Tournèe

Questa settimana, vista la festività del 17 marzo, escono al cinema di mercoledì otto nuovi titoli. A farla da padrona dovrebbero essere le commedie italiane, tanto che la sfida al botteghino dovrebbe essere vinta da uno tra Amici miei – come tutto ebbe inizio, distribuito in 520 copie, e Nessuno mi può giudicare, distribuito in 504 sale.

Gli altri sei film possono far felici gli amanti di generi differenti: per le famiglie c’è il film d’animazione Gnomeo e Giulietta, i più giovani dovrebbero dividersi tra Dylan Dog – Il film e StreetDance 3D, gli estimatori di drammatici italiani punteranno a Sorelle mai di Marco Bellocchio, quelli che preferiscono i film francesi potranno scegliere Tournèe (ma solo da venerdì) e chi vuole approfondire la cinemaotografia nordeuropea opterà per Beyond.

Come di consueto dopo il salto trovate le sinossi, le locandine, le liste dei protagonisti e i link alle nostre recensioni dei film che usciranno da oggi al cinema.

Box Office 4-6 marzo 2011: Manuale d’amore 3 primo in Italia, Rango in testa negli USA

La situazione italiana. Manuale d’amore 3 si conferma in testa alla classifica del boxe office nostrano, ma deve ringraziare la massiccia distribuzione (608 sale) se è ancora davanti a tutti, dato che la sua media per sala (2.247€, sesta della settimana) gli consente di portarsi a casa 1,366 milioni di euro (5,2 milioni totali). Alle spalle della commedia italiana, si mettono in fila La vita facile, secondo con 833mila euro, Il cigno nero, terzo con 816mila euro (3,996 milioni totali), Il discorso del re, quarto con 802mila euro (miglior media per sala – 3.519 € – e un totale che ha già raggiunto quota 6,21 milioni) e The Fighter, quinto con 784mila euro. Le altre novità: nonostante il sovrapprezzo del 3D Piranha 3D racimola 680mila euro ed è sesto; male Il gioiellino, solo nono con 320mila euro; Una cella per due incassa 120mila euro mentre le uscite tecniche Il buongiorno del mattino e Easy Girl si portano a casa 37mila euro.

La situazione americana. La new entry Rango batte tutti incassando ben 38 milioni di dollari, dato più che buono vista la media per sala, 9.701 $ (miglior esordio del 2011). Alle sue spalle possono essere soddisfatti anche gli esordienti I guardiani del destino, secondo con 20,945 milioni di dollari (ai quali si devono aggiungere altri 21,5 milioni dalla distribuzione estera), e Beastly, terzo con 10,115 milioni di dollari (ma con duemila sale in meno di Rango). Scendono rispettivamente in quarta e in quinta posizione Libera Uscita (9 milioni di dollari e un totale di 27) e Gnomeo & Giulietta (6,9 milioni e un totale di 83,69). Altro: Il discorso del re, settimo con altri 6,5 milioni di dollari, tocca la cifra di 123,81 milioni totali (che diventano 271 contando anche il resto del mondo).

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Gnomeo e Giulietta, trailer italiano

Il 16 marzo 2011 arriverà nei nostri cinema Gnomeo e Giulietta il film d’animazione diretto da Kelly Asbury. Oggi potete vedere il trailer italiano.

La sinossi ufficiale. La più grande storia d’amore mai raccontata ha per protagonisti… gnomi da giardino? In “Gnomeo & Giulietta”, l’illustre opera di Shakespeare viene trasformata in modo comico e bizzarro. Diretto da Kelly Asbury (“Shrek 2”), il film vanta una colonna sonora realizzata da Elton John, composta da brani originali ed alcuni dei suoi più grandi successi. Nella versione originale del film James McAvoy e Emily Blunt danno le voci a Gnomeo e Giulietta che, coinvolti in una faida tra vicini, si trovano costretti ad affrontare gli stessi ostacoli dei loro celebri quasi-omonimi personaggi. Tra fenicotteri rosa in plastica e corse mozzafiato in tosaerba, potrà questa coppia trovare la felicità?

Box Office 25-27 febbraio 2011: Manuale d’amore 3 primo in Italia, Gnomeo e Giulietta negli USA

La situazione italiana. Nell’ultimo weekend di febbraio Manuale d’amore 3 esordisce in testa agli incassi del boxe office con 2,9 milioni di euro: la cifra, nonostante sia alta, non è proprio esaltante, vista la massiccia copertura mediatica riservata al film (con tanto di partecipazione a Sanremo di Monica Bellucci e Robert De Niro) e dato il numeri di sale in cui è uscito. Rispetto al secondo capitolo, il film ha incassato la metà e la media per sala (4.400 €) fa pensare che difficilmente riuscirà a raggiungere i 19 milioni di euro del suo predecessore. Alle spalle della commedia italiana si collocano: Il Cigno Nero, secondo con 991mila euro (2,6 milioni totali), Amore e altri rimedi, terzo con 800mila euro (2,55 milioni totali), Il grinta, quarto con 703mila euro (2,17 milioni totali) e Femmine contro maschi, quinto con 655mila euro (10,87 milioni totali). Le altre novità: esordisce al sesto posto, con 643mila euro Unknown – Senza Identità; 127 Ore è ottavo con 320mila euro; Shelter – Identità paranormali è tredicesimo con 186mila euro; Ladri di cadaveri è quattordicesimo con 101mila euro. Altro: Il discorso del re, fresco trionfatore agli Oscar 2011, con i 483mila euro incassati supera quota 5 milioni totali.

La situazione americana. Nel weekend degli Oscar, va in testa alla classifica nientemeno che Gnomeo e Giulietta: il film d’animazione della Disney si porta a casa 14,2 milioni al terzo weekend (75,1 milioni di dollari totali) e batte tutte le nuove uscite. A seguire troviamo Libera Uscita (Hall Pass), malamente secondo (visto il cast che ha a disposizione) con 13,4 milioni di dollari (costato 35 milioni di dollari), Unknown – Senza Identità, terzo con 12,4 milioni di dollari (42,8 milioni totali e ne è costato 30), Mia moglie per finta, quarto con 11,1 milioni di dollari (79,35 milioni totali) e Sono il numero quattro, quinto con 11 milioni (37,74 totali). Altro: Il discorso del re, settimo con 7,6 milioni di dollari tocca quota 114,5 milioni; Drive Angry 3D floppa esordendo in nona posizione con soli 5,1 milioni di dollari; Il cigno nero racimola 1,35 milioni e porta il suo totale a 103,5 in patria (225 in tutto il mondo ed è costato solo 15 milioni); Il grinta con 1,9 milioni arriva a quota 167,1 milioni totali in patria (214 in tutto il mondo).

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Box Office 18-20 febbraio 2011: Femmine contro maschi primo in Italia, Unknown Senza Identità vince negli USA

La situazione italiana. Il weekend viene vinto nuovamente da Femmine contro maschi: la commedia italiana, con gli 1,33 milioni di euro incassati, raggiunge quota 9,85 milioni totali (due milioni in meno del precedente capitolo). Alle sue spalle si mettono in fila, con ottimi risultati: Amore e altri rimedi, secondo con 1,27 milioni, Il cigno nero, terzo con 1,09 milioni di euro (e miglior media settimanale con 4.276 € a copia), Il grinta, quarto con 1,04 milioni e Sanctum 3D, quinto con 712mila euro. Le altre novità: male Sono il numero quattro, ottavo con 526mila euro (e media per sala di poco più di duemila euro); Il padre e lo straniero incassa 71mila euro, The Shock Labyrinth 3D 68mila euro, Come lo sai 64mila euro, Un gelido inverno 58mila euro (ma la media per sala è di più di 2700 euro). Gli altri film: Immaturi con 690mila euro, che gli permettono di posizionarsi in sesta posizione, tocca quota 14,17 milioni totali; Il discorso del re, con altri 563mila euro, supera i 4,3 milioni totali.

La situazione americana. Il particolare weekend cinematografico, che regala cinque film distanziati al massimo da 4 milioni di dollari, vede trionfare Unknown – Senza Identità con 21,77 milioni di dollari. Il film con Liam Neeson ha la meglio, grazie alla miglior media per sala (7.154$), su un’altra novità della settimana, Sono il numero quattro, che si piazza in seconda posizione con 19,5 milioni e batte di un soffio l’ottimo e confermatissimo Gnomeo e Giulietta, terzo con 19,4 milioni (50,4 totali). Scende in quarta posizione, con 18,2 milioni di dollari incassati (60,7 totali), Mia moglie per finta. Alle sue spalle troviamo Big Mommas: Like Father, Like son, quinto con 17 milioni di dollari, e il leader di sette giorni fa, Justin Bieber: Never Say Never, sesto con 13,6 milioni (48,47 totali). Altro: Il discorso del re, settimo con 6,56 milioni di dollari, sfonda il muro dei 100 milioni (103,278 per esattezza).

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Box Office 11-13 febbraio 2011: Femmine contro maschi ancora primo in Italia, Mia moglie per finta batte di poco Justin Bieber negli USA

La situazione italiana. Femmine contro Maschi si conferma in testa alla classifica del box office nostrano grazie ai 2,47 milioni di euro incassati (7,7 milioni totali). Alle sue spalle si accodano Sanctum, secondo con 1,27 milioni di euro (miglior media per sala con oltre 4000 euro, grazie anche al sovrapprezzo del 3D), Immaturi, terzo con 1,11 milioni di euro (13 milioni totali), I fantastici viaggi di Gulliver, quarto con 806mila euro (2,14 milioni totali) e Il discorso del re, quinto con 800mila euro (3,48 milioni totali). Gli altri: esordisce in ottava posizione Gianni e le donne con 333mila euro, davanti a Burlesque, nono con 314mila euro, e Il truffacuori, decimo con 285mila euro; fuori dal podio Rabbit Hole, con 102mila euro, Into Paradiso con 43mila euro e Senna, con 10mila euro. Qualunquemente con i 729mila euro di questa settimana sfonda la barriera dei 15 milioni totali.

La situazione americana. Questo weekend la sfida al box office si è contraddistinta per il testa a testa tra Mia moglie per finta, vincitore con 31 milioni di euro, e Justin Bieber: Never Say Never, secondo con 30,2 milioni di euro (in media con gli incassi del film concerto di Hanna Montana e nettamente superiore agli introiti del concerto 3D dei Jonas Brothers). A seguire troviamo: Gnomeo e Giulietta, terzo con 25,5 milioni di dollari e miglior esordio di un film d’animazione a gennaio e febbraio; The Eagle, quarto con 8,6 milioni di dollari; The Roommate, leader di settimana scorsa, quinto con 8,4 milioni di dollari (26,1 milioni totali). Gli altri: Il discorso del re, sesto con 7,4 milioni, sfiora i 94 milioni totali; Il Grinta con i 3,77 milioni di dollari di questo weekend sfonda il muro dei 160 milioni totali; Cigno nero – Black Swan si avvicina ai cento milioni totali.

Andiamo a riassumere le prime cinque posizioni della classifica italiana e americana:

Gnomeo e Giulietta, la colonna sonora di Elton John

L’11 aprile 2011 sbarcherà nelle sale italiane il lungometraggio d’animazione Gnomeo e Giulietta, versione cartoonizzata e in uno spassoso formato nani da giardino della famosa opera shakespeariana a cui mancava alla numerosa lista di rivisitazioni e adattamenti proprio una parodia in CGI.

Quello che colpisce di più di questo cartoon è il comparto musicale che promette davvero bene visto che la colonna sonora vede coinvolti una coppia di veterani di calibro come Elton John e il compositore James Newton Howard.

Nella compilation che troverete subito dopo il salto nove hit di Elton John tra cui pezzi storici come Crocodile Rock e Rocket Man, quattro brani strumentali composti da Howard e il brano The Tiki, Tiki, Tiki Room composto nel ’63 per un’attrazione dei parchi a tema Disney.

Prima di lasciarvi alla compilation ufficiale e a due clip musicali vi segnaliamo che nel film ci sono tre brani che vedono Elton John duettare con Lady Gaga (Hallo, Hallo), Nelly Furtado (Crocodile Rock) e Kiki Dee (Don’t Go Breakin My Heart). Buon ascolto.