Recensione: La mia super ex-ragazza

di Pietro Ferraro Commenta

Il giovane architetto Matt Saunders (Luke Wilson) visitando una galleria d’arte, incontra la direttrice Jenny Johnson (Uma Thurman), donna poco appariscente, ma decisamente affascinante anche con un look alquanto dimesso e per nulla sgargiante. Il colpo di fulmine è in agguato  e i due passano un’infuocata e anomala, nottata di sesso sfrenato.

Il povero Matt, non sa che la mite Jenny in realtà è la supereroina G-Girl, e quando decide di lasciarla per mettersi con un altra ragazza Hannah (Anna Faris), la super gelosia di G-Girl trasformerà Jenny in una letale e devastante macchina vendicatrice che renderà la vita impossibile al malcapitato Matt e alla sua nuova fidanzata.

Ormai stremato dalle imboscate e dagli attentati della sua ex, Matt si rivolge alla nemesi della supereroina, il malvagio Professor Bedlam (Eddie Izzard) che gli indicherà il modo per rendere inoffensiva la super donna dal cuore infranto.

La mia super ex-ragazza parte da una semplice connotazione caratteriale responsabile della fine e della deriva violenta di molte relazioni, nonchè ingrediente basilare per la riuscita di molte commedie romantiche, la gelosia.

Invece di usarla nei canoni della realtà quotidiana di una qualsiasi coppia, qui intelligentemente si punta sul fantastico, e sul filone supereroistico, miscelando i due generi con la commedia in maniera briosa e coinvolgente.

L’idea di far imbestialire una donna che può materialmente distruggervi casa lanciandovi uno squalo vivo in salotto funziona, anche perchè si ispira comunque ai clichè tipici dei fumetti innestandovi però la componente romantico-sentimentale a dar pepe alla vicenda e innescando la giusta dose di risate che trasforma una commedia in una commedia riuscita.

Uma Thurman è perfettamente a suo agio, il suo fisico le permette di lanciare auto e distruggere palazzi con una certà credibilità, aiutata certamente dagli ottimi e funzionali effetti speciali, mai invadenti e piazzati ad arte.

Luke wilson, attore avvezzo al genere è simpatico e credibile, così come il terzo incomodo, almeno vista dalla parte di G-Girl, Anna Faris, anche lei veterana del genere comedy, presenza fissa della serie Scary movie.

Se la Thurman è spassosa nella sua trasformazione da gattina in cerca di coccole a tigre inferocita, anche la sua nemesi, il simpaticissimo cattivo di turno, non è da meno, l’attore Eddie Izzard nella doppia veste del frustrato Barry e dell’ironico villain Professor Bedlam strappa più di qualche risata e si rivela perno narrativo di notevole importanza nello svolgimento della storia.

dirige Ivan Reitman che con i due Ghostbusters aveva già ampiamente dimostrato notevole capacità di gestire copioni in cui il fantasy sconfina prepotentemente, il regista ci regala il suo humor e la sua sobrietà visiva, che permette a La mia super ex- ragazza di meritarsi la sufficienza piena e di discostarsi, fortunatamente aggiungiamo noi, dal filone demenziale tanto di moda in questi ultimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>