Oscar 2016, c’è anche Walter White tra gli sfidanti di DiCaprio

di Cinemaniaco 1

Da Bryan Cranston (celebre per 'Breaking Bad') a Eddie Redmayne, passando per personalità del calibro di Matt Damon e Michael Fassbender. Tutti contro Leo.

Quest’anno potrebbe essere la volta buona, nonché la sua prima volta. Leonardo DiCaprio è il super favorito nella corsa all’Oscar 2016 per il miglior attore protagonista per la sua performance, fra le avversità della natura, in Revenant – Redivivo di Alejandro González Iñárritu.

L’attore ha alle spalle un rapporto non esattamente roseo con la statuetta dorata, mancata nel 1994 (come non protagonista), nel 2005, 2007 e 2014. Quasi un tabù, che la star intende scongiurare.

Ma anche per quest’anno c’è una concorrenza spietata. La cinquina dei candidati accoglie artisti noti e meno noti, personaggi già premiati con l’Academy Award o comunque nominati una o più volte. Ecco chi sono, dunque, i ‘Fantastici 4’ con cui Leo dovrà vedersela:

Eddie Redmayne

Letteralmente esploso interpretando, nel 2014, il fisico Stephen Hawking ne La teoria del tutto, a sua straordinaria performance lo ha portato nel 2015 all’Oscar per il miglior attore protagonista. Anche in The Danish Girl l’attore è un personaggio realmente esistito: Einar Wegener alias Lili Elbe, il primo trans della storia.

Bryan Cranston

Reso celebre dal Walter White della entusiasmante serie televisiva Breaking Bad, Bryan Cranston è stato scelto da Jay Roach per capitanare il cast di L’ultima parola: La vera storia di Dalton Trumbo, che ripercorre la dolorosa vicenda dello sceneggiatore  Dalton Trumbo, uno dei Dieci di Hollywood. Cranston è alla sua prima candidatura all’ambito premio.

Michael Fassbender

A invogliare l’Academy a includerlo fra i magnifici 5 migliori attori protagonisti degli Oscar di quest’anno è stata la sua interpretazione dell’informatico più celebre di tutti i tempi in Steve Jobs di Danny Boyle. Impegnato sui set fin dal 2007, Fassbender è diventato una star per merito diShame, anche se la nomination l’ha ottenuta, da non protagonista, per 12 anni schiavo. Era il 2014.

Matt Damon

Il nemico numero uno di Leo, in tanti film e non solo. Diretto da Ridley Scott nel film di fantascienza Sopravvissuto – The Martian, Matt Damon ha conquistato l’Academy Award con una performance in assolo che mescola il dramma all’ironia e che lo ha condotto, per finta, sul Pianeta Rosso. Come DiCaprio, anche Damon è un veterano delle nomination. Candidato come miglior attore non protagonista per Invictus e come protagonista per Will Hunting – Genio Ribelle, ha vinto il premio solo per la sceneggiatura di quest’ultimo film.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>