One for the Money, recensione in anteprima

di Pietro Ferraro 1

Stephanie Plum (Katherine Heigl), senza lavoro e senza soldi, si rivolge su consiglio della sua famiglia e come ultima spiaggia all’ambiguo cugino Vinnie (Patrick Fischler) che gestisce un’agenzia per il recupero delle cauzioni. Pur non avendo alcuna inclinazione per questo tipo di lavoro, ne tantomeno la formazione Stephanie decide di lanciarsi all’avventura e diventa una cacciatrice di taglie, scegliendo come suo primo incarico un ex-fiamma dei tempi del liceo che l’ha sedotta e scaricata, l’ex-poliziotto Joe Morelli (Jason O’Mara) ora ricercato per omicidio. Durante la caccia al latitante Stephanie prenderà lezioni dal carismatico cacciatore di taglie Ranger (Daniel Sunjata) e in men che non si dica si ritroverà in un mare di guai con brutti ceffi che la minacciano e cadaveri che spuntano ovunque.

La pluripremiata regista televisiva inglese Julie Anne Robinson, dopo l’esordio con il dramma romance The Last Song, adatta per il grande schermo il primo volume di una fortunata serie di romanzi rosa con protagonista la cacciatrice di taglie Stephanie Plum scritti da Janet Evanovich.

Il filone action-comedy cui si ispira One for the Money prende spunto da un classico del genere, il divertente Prima di mezzanotte con Robert De Niro e in qualche modo prova a miscelarvi elementi romance come accadeva nel recente Il cacciatore di ex.

Se la Heigl si dimostra volenterosa nel voler caratterizzare un personaggio che si discosti almeno in parte dal consueto filone della commedia romantica più classica, la sua cacciatrice di taglie seppur graziosa risulta poco credibile, anche se la sceneggiatura nella sua disarmante prevedibilità riserva comunque qualche momento divertente. Da notare quanto forte si avverta la mancanza di solidi personaggi di contorno che avrebbero senza dubbio reso piu credibile la messinscena, a tal proposito John Leguizamo e Jason O ‘Mara risultano palesemente sottoutilizzati.

One for the money punta su una ricetta eccessivamente light e non riesce a decidersi tra romance, commedia e poliziesco rendendo la parte investigativa assai banale, quella romantica gradevole ma senza guizzi e il comparto comedy decisamente inadeguato, ciò non toglie che se si cerca una commedia al femminile che non vada oltre il carino per una serata all’insegna del disimpegno in rosa, il film potrebbe trovare un suo perchè, ma non ci mettiamo la mano sul fuoco.

Disponibile in DVD dal 4 luglio 2012

Note di produzione: Il libro da cui è tratto il film è uscito in Italia con il titolo di Bastardo Numero Uno; la scrittrice Janet Evanovich ha scritto 15 libri sulla cacciatrice di taglie Stephanie Plum vendendo i diritti cinematografici sul personaggio alla Tristar Pictures per un milione di dollari; candidata al ruolo di protagonista c’era Reese Whiterspoon che però ha preferito declinare l’offerta; L’attore Jason O’Mara (Joe Morelli) è un volto noto del piccolo schermo con all’attivo ruoli da protagonista in serial tv come Life on Mars e Terra Nova. Il budget del film, circa 40 milioni di dollari, non è stato coperto dagli incassi in patria che si sono fermati a poco meno di 37 milioni.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>